Come fai a capire se hai le emorroidi... o qualcosa di più grave?

Trattamento delle emorroidi

La storia in breve -

  • Le emorroidi sono vene attorcigliate, gonfie e infiammate nelle pareti del retto e dell'ano, che si possono formare sia internamente che esternamente
  • Le cause comuni di emorroidi includono un aumento della pressione, e di solito si formano negli anziani, nelle donne in gravidanza e in individui obesi
  • Il sanguinamento rettale è spesso segno di emorroidi, ma può anche indicare patologie più gravi come il cancro colorettale
  • In questo articolo sono elencati i modi per prevenire le emorroidi e praticare buone abitudini igieniche
Grandezza testo:

Del Dott. Mercola

Le emorroidi non sono un argomento piacevole e spesso può essere imbarazzante parlarne, anche con un medico specialista. Tuttavia, sono un problema abbastanza comune sia per le donne che per gli uomini.

Questo non sorprende, dato che la dieta occidentale è associata ad uno stile di vita che spesso include troppo stress e troppo poco esercizio fisico. Le emorroidi non sono un disturbo limitato al mondo occidentale; però sono più rare nelle culture più primitive e meno industrializzate.

Cosa sono esattamente le emorroidi?

Le emorroidi sono vene attorcigliate, gonfie e infiammate che si formano nelle pareti del retto e dell'ano. Possono essere sia interne che esterne, risultando in escrescenze che possono provocare dolore e sanguinamento.

Se hai emorroidi nell'ano, sulla giunzione tra retto e ano, hai le emorroidi interne. Se le emorroidi si trovano sotto questa giunzione o sotto la pelle intorno all'ano, sono considerate esterne. Entrambi i tipi di emorroidi possono rimanere interne all'ano oppure sporgere all'esterno.

Come si formano le emorroidi

Le emorroidi sono spesso causate da un aumento della pressione, di solito provocato dallo sforzo per avere un movimento intestinale. Le emorroidi sono frequenti nelle persone con disturbi digestivi cronici, specialmente costipazione. Si formano spesso negli anziani e durante la gravidanza. Se sei incinta, la pressione extra che il bambino in fase di crescita pone sull'utero può sfociare in emorroidi. Il parto può peggiorare il problema, ma fortunatamente, la maggior parte delle emorroidi dovute alla gravidanza si risolvono in seguito alla nascita del bambino.

Un'altra causa comune di emorroidi è l'obesità, perché quando sei sovrappeso il corpo semplicemente non ha abbastanza forza per generare la corretta espulsione attraverso l'intestino.

Come fai a sapere se hai le emorroidi?

Se hai le emorroidi potresti avere i sintomi oppure no, e con la giusta cura, la maggior parte di essi scompaiono in un paio di giorni.

Il segno più comune di un'emorroide interna è la presenza di sangue rosso acceso, di solito evidente sulla carta igienica o nella tazza del water. Comunque un'emorroide interna può sporgere dall'ano, e in questo caso potresti sperimentare irritazione e dolore.

Se le emorroidi sono esterne, i sintomi potrebbero includere gonfiore o un'escrescenza (un coagulo di sangue) intorno all'ano. Queste si chiamano emorroidi esterne trombizzate, e possono essere piuttosto dolorose.

A seconda delle tue abitudini igieniche il problema può aggravarsi, provocando ulteriore irritazione, sanguinamento e prurito (anche le fuoriuscite dalle emorroidi possono provocare prurito). Se soffri di emorroidi, è importante non sforzarsi per provocare un movimento intestinale. Anche un eccessivo sfregamento o pulizia dell'area può esacerbare il problema.

Altre condizioni con sintomi simili a quelli delle emorroidi sono ascessi anali, ragadi anali e fistole, e prurito o irritazione non specifici (spesso definiti prurito anale).

Un avvertimento sul sanguinamento rettale

Se hai un sanguinamento che sospetti sia dovuto a emorroidi, ti consiglio di consulare il tuo medico o un altro specialista, soprattutto se il sintomo ti è nuovo. Sanguinare dal retto può essere segno di un'altra malattia grave, ad esempio cancro colorettale, specialmente se sei anziano.

Come menzionato prima, il sangue rosso acceso è per lo più sintomo di emorroidi, ma ogni caso di sanguinamento nuovo e improvviso dovrebbe essere controllato, a prescindere dalla tua età.

È interessante notare che uno dei migliori modi per ridurre il rischio di cancro al colon è la vitmina D. Ottimizzare i livelli di vitamina D può ridurre il rischio fino all'80%.

Perciò assicurati di controllare i livelli di vitamina D, e per mettere in atto una potente misura preventiva sforzati di mantenerli intorno ai 60 ng/mg nel corso dell'anno.

L'obiettivo è prevenire la formazione di emorroidi

Le emorroidi sono spesso il risultato dello sforzo dovuto alla costipazione.

La costipazione è frequentemente causata da una dieta sbagliata, dalla mancanza di esercizio fisico e d'acqua, e dallo stress. Altri fattori includono l'abuso di lassativi, la sindrome dell'intestino irritabile e l'ipotiroidismo.

Questi semplici passaggi possono aiutare a prevenire la costipazione:

1. Mangia cibi ricchi di fibre. Le verdure sono ottime fonti di fibre. Consumare un'ampia varietà di fibre vegetali permetterà alle feci di passare agevolmente attraverso l'intestino. Se hai bisogno di fibre extra, ti consiglio di provare semi di lino integrali biologici. Macinali in una macina da caffè e aggiungine uno o due cucchiai ai tuoi piatti. Puoi anche provare lo psillio biologico, che aiuta ad alleviare sia la costipazione che la diarrea.

Il mio consiglio è di evitare qualsiasi tipo di psillio non biologico, come il Metamucil. Se non sei abituato a mangiare molte fibre, potresti sperimentare gonfiore e gas finché il sistema digestivo non si abitua alle fibre aggiunte.

2. Valuta di mangiare arance fresche per i flavonoidi che contengono. I flavonoidi sono potenti fitochimici che promuovono la salute delle vene. Potresti anche considerare di aggiungere olio di cocco alla tua alimentazione. Gli abitanti delle isole tropicali nel Pacifico del Sud sono noti per assumere almeno la metà dei grassi della loro dieta dal cocco, e di conseguenza molte malattie e condizioni occidentali, tra cui le emorroidi, non sono comuni. Personalmente consiglio olio di cocco puro e vergine.

3. Bevi molta acqua pura, di sorgente o filtrata mediante osmosi inversa. Usa la sete e il colore delle urine per capire se sei adeguatamente idratato. L'urina dovrebbe avere un colore giallo chiaro. Se è giallo scuro, probabilmente non bevi abbastanza acqua (il colore giallo chiaro di solito deriva dalla vitamina B2, contenuta in molti multi-vitaminici). L'acqua e una quantità appropriata di fibre creano delle feci più morbide. Le feci più morbide si muovono più facilmente nel colon e riducono la necessità di sforzi.

4. Svolgi esercizio fisico regolarmente per mantenere il tratto intestinale stimolato.

5. Assumi un probiotico di alta qualità. Equilibrare la flora intestinale non solo preverrà la costipazione, ma anche la salute complessiva.

6. Prendi il controllo dello stress emotivo. Io consiglio caldamente strumenti come la tecnica del rilascio emozionale (EFT) per aiutare ad alleviare i fattori stressanti che contribuiscono alla costipazione. Può anche aiutare a ridurre ed eliminare i sintomi dolorosi delle infiammazioni delle emorroidi.

Un'altra opzione che poche persone conoscono è usare un bagno turco. L'anno scorso sono andato in India ed è interessante che molti posti non hanno un water tradizionale, ma solo un buco sul pavimento. Quando usi un bagno del genere, il corpo sarà nella posizione in cui dovrebbe essere quando hai un movimento intestinale.

Quando ti siedi su un water normale, utilizzi moltissima energia per aiutare l'evacuazione. Ora, non sto suggerendo di fare un buco nel pavimento del bagno; ci sono altri strumenti che puoi mettere intorno al water che in qualche modo simuleranno la posizione di squat, per aiutarti a evacuare con più facilità.

Pratica buone abitudini igieniche in bagno

  • Permetti al corpo di funzionare in modo naturale usando il bagno ogni volta che senti l'urgenza di avere un movimento intestinale. Vai in bagno appena ne senti l'esigenza: rimandare può causare o aggravare la costipazione.
  • Non sederti sul water per troppo tempo. Questo aumenta la pressione sul retto, che è esattamente ciò che dovresti evitare. Limita il tempo sul water a tre o cinque minuti per volta. Se necessario, alzati, fai due passi o qualcosa per distrarti, e aspetta di avere lo stimolo per tornare al bagno. Puoi anche usare un piccolo poggiapiedi per alzare le gambe e alleviare la pressione sul tessuto gonfio.
  • Non ti sforzare eccessivamente per avere un movimento intestinale. Esercita solo una gentile pressione, per non più di 30 secondi per tentativo, e concentrati sull'utilizzo dei muscoli addominali e pelvici.
  • Usa una posizione di squat. Le emorroidi sono rare nei paesi dove si usano gli squat per le funzioni corporee. I risultati di uno studio pubblicato alla fine degli anni '80 dimostrarono che 18 su 20 pazienti con emorroidi trovarono sollievo completo e duraturo da dolore e sanguinamento utilizzando un bagno turco.

Esegui delle pratiche di pulizia e asciugatura appropriate

  • Non sfregare aggressivamente l'area interessata con carta igienica o altri tipi di salviette, perché potresti irritare ulteriormente e infiammare la pelle.
  • Se possibile, pulisci l'area in bagno o nella doccia senza usare sapone (il sapone è irritante). Assicurati di risciacquare bene l'area, e asciuga delicatamente con un asciugamano morbido.
  • In situazioni in cui non puoi lavarti, usa una salvietta monouso inumidita con un movimento lento e delicato.

Rimedi casalinghi per i sintomi delle emorroidi

Il pungitopo è un estratto alle erbe che puoi usare se hai problemi di emorroidi. Ha potenti effetti antinfiammatori e vasocostrittori, e può aiutare a tendere e rafforzare quelle vene. È usato specificamente per trattare i problemi di vene: aiuta a rafforzare le pareti delle vene in modo da non farle dilatare ed espandere quando si fa pressione durante un movimento intestinale.

Altri integratori benefici includono ippocastano, bromelina, estratto di estratto di sofora del Giappone ed estratto di aloe vera.

Prova un bagno sitz. Un bagno sitz implica l'immersione dei fianchi e del sedere in acqua calda. Il calore umido del bagno fornisce sollievo ai sintomi e aiuta a guarire il tessuto infiammato. Usa acqua calda, non bollente, e non aggiungerci niente. Per aiutare ad alleviare i sintomi siediti per 10 o 15 minuti alla volta, ogni volta che vuoi.

Applica degli impacchi freddi o di ghiaccio all'area anale, mettendoli e togliendoli per 10 o 15 minuti alla volta, fino a cinque volte al giorno.

Tieni l'area anale asciutta, perché l'umidità promuove l'infiammazione, il prurito e l'infezione della pelle.

Applica un rivestimento di vaselina all'area anale per lenire il tessuto irritato. Puoi anche applicare aloe vera per alleviare il bruciore, o un astringente topico come l'amamelide.

Dopo i movimenti intestinali, pulisci con carta igienica, impacchi, o con cotone umidificato con amamelide (disponibile nel reparto medicinale della maggior parte dei supermercati).

Intervento medico

Nei casi gravi, a volte è necessario trattare le emorroidi chirurgicamente o per via endoscopica. Ad ogni modo, questa dovrebbe essere l'ultima spiaggia.

Ci sono diverse tecniche per il trattamento medico delle emorroidi, tra cui:

  • Legatura elastica, in cui si mette una fascia elastica intorno alla base dell'emorroide. La fascia interrompe il flusso sanguigno all'emorroide, facendola morire e scomparire in un paio di giorno.
  • Scleroterapia, che implica l'iniezione di una soluzione chimica per eliminare l'emorroide.
  • Coagulazione a infrarossi (bruciare il tessuto emorroidale).
  • Emorroidectomia: rimozione chirurgica delle emorroidi.

Cerca sempre di prevenire disturbi come le emorroidi, così il trattamento non sarà necessario. Come la maggior parte delle condizioni dolorose o irritanti, le emorroidi sono un messaggio del corpo per farti prestare più attenzione alla dieta, al consumo d'acqua, all'esercizio fisico, allo stress emotivo o ad altri problemi dello stile di vita.