L'astaxantina è un promotore della longevità

Astaxantina Longevità

La storia in breve -

  • Si scoperto che un componente dell'astaxantina, CDX-08, aumenta significativamente l'espressione del gene FOXO3, che a sua volta può aumentare la longevità
  • Un individuo su 3 possiede una versione del gene FOXO3 collegato alla longevità, ma attivando il gene FOXO3 comune in tutti gli umani, gli scienziati possono farlo comportare come il gene della "longevità", e l'astaxantina è il componente misterioso che lo attiva
  • Presente in gamberi, aragosta e salmone, ma anche nelle alghe e nel krill, o derivato da sintesi, l'astaxantina è un componente chimico naturale e uno degli antiossidanti più potenti del mondo, che apporta grandi benefici a tutto il corpo
  • In studi animali si è scoperto che l'astaxantina riduce l'infiammazione, il danno a cuore e fegato e il rischio di ictus, e negli umani diminuisce l'infiammazione e i trigliceridi
Grandezza testo:

Del Dott. Mercola

Scoprire la fonte dell'eterna giovinezza è da sempre una delle missioni più diffuse, ma anche la più inafferrabile del mondo. Nuove informazioni suggeriscono che un metabolismo migliorato potrebbe essere un segreto importante per una migliore salute e per la longevità.

Gli scienziati dell'Università delle Hawaii John A. Burns School of Medicine e l'azienda di scienze della vita Cardax ha collaborato in uno studio il cui scopo era valutare un composto chimico naturale con la promessa di una terapia anti-invecchiamento.

FOXO3 è un gene che ha dimostrato di migliorare la longevità e il composto CDX-085 dell'astaxantina era determinante per questo scopo.

Il Dott. Bradley Willcox, direttore della ricerca al Dipartimento di medicina geriatrica del programma Kuakini Honolulu Heart Program, e Richard Allsopp, Ph.D, professore associato e ricercatore presso l'Institute of Biogenesis Research, sono stati i principali ricercatori di questo studio.

Il "gene della longevità" e come viene attivato

Secondo Willcox tutti hanno il gene FOXO3, che è associato con l'invecchiamento negli umani, ma solo 1 persona su 3 possiede la versione del gene che è associata alla longevità.

Tuttavia, attivando il gene FOXO3 comune in tutti gli umani, gli scienziati possono farlo comportare come il gene della "longevità", e l'astaxantina è il componente misterioso che lo attiva.

I ricercatori sapevano già, grazie a un grande numero di studi su animali, che l'astaxantina abbassa l'infiammazione, i danni al cuore e al fegato e il rischio di ictus. Negli umani, l'astaxantina fa persino di più, abbassando anche l'infiammazione e i trigliceridi. Questo studio è stato il primo nel suo genere, ha detto Allsopp.

Nel contesto dello studio, i topi sono stati nutriti con cibo normale, cibo contenente basse quantità di composto CDX-085 dell'astaxantina, o cibo con una dose elevata dello stesso.

Il risultato è stato che il tessuto del cuore nei topi dell'ultimo gruppo ha dimostrato un significativo picco di attivazione del gene FOXO3. In effetti, si tratta di un picco di quasi il 90%. Biz Journals ha riportato:

"Gli scienziati hanno in programma altri studi riguardanti ulteriori tessuti in cui FOX[O]3 è espresso, tra cui fegato, muscoli e cervello. Sono anche in programma trial clinici su soggetti umani per stabilire se, per esempio, gli integratori di astaxantina possono migliorare la funzione cognitiva in persone che soffrono di demenza allo stato iniziale".

Astaxantina, FOXO3 e i tuoi mitocondri

Esistono circa 700 carotenoidi presenti in natura, che danno un colore acceso a molti cibi, ma agiscono anche da antiossidanti incredibilmente potenti. Inoltre, gli scienziati credono che l'astaxantina sia il più potente antiossidante naturale.

L'astaxantina è un composto naturale ed è presente in natura senza bisogno di intervento artificiale o chimico.

Come integratore per aiutare a supportare il sistema immunitario, l'astaxantaina, che protegge anche contro i danni al DNA e migliora la funzione cerebrale, mostra un effetto notevole sui mitocondri. I mitocondri sono stati descritti come la centrale elettrica delle cellule, con il compito primario di eseguire la respirazione cellulare. Soft Schools spiega:

"Questo vuol dire che estraggono i nutrienti dalle cellule, li scompongono e li trasformano in energia. Questa energia viene poi a sua volta usata dalla cellula per svolgere diverse funzioni.

Ogni cellula contiene un numero diverso di mitocondri. Il numero dipende da quanta energia richiede la cellula. Tanto più sarà l'energia necessaria, quanto maggiore sarà il numero di mitocondri.

Le cellule hanno la capacità di produrre più mitocondri in base alle loro necessità. Possono anche combinare i mitocondri per crearne di più grandi".

I mitocondri possono produrre fino al 95% dell'energia del corpo, per cui ha senso che siano presenti nel tessuto muscolare. Tuttavia, mentre sono impegnati a produrre energia, con la successiva generazione di radicali liberi, le cellule possono danneggiarsi, determinando stanchezza e dolore ai muscoli.

Quando l'astaxantina viene ingerita, come ad esempio sotto forma di integratore, questi sintomi diminuiscono e la tua resistenza migliora. In confronto ad altri antiossidanti, gli studi dimostrano che l'astaxantina è 64 volte più potente della vitamina C e 54 volte più potente del betacarotene, oltre a molti altri benefici.

Uno studio mostra che FOXO3 (da Forkhead box O) può anche aumentare i livelli di specie reattive dell'ossigeno (ROS) nei mitocondri, ma è anche strumentale nell'apoptosi (morte cellulare programmata) e nell'arresto del ciclo cellulare. Inoltre:

"Nelle cellule tumorali neuronali, FOXO3 innesca l'accumulo di ROS come conseguenza della permeabilizzazione transitoria della membrana mitocondriale esterna, che è essenziale per l'apoptosi indotta da FOXO3 in queste cellule...

I livelli cellulari di ROS sono influenzati dai target FOXO Bim, BclxL e Survivina. Queste tre proteine si trovano nei mitocondri e hanno effetto sul potenziale della membrana mitocondriale, sulla sua respirazione e sui livelli di ROS".

Il Bim, per esempio, "media l'apoptosi indotta da materia particellare regolata nei mitocondri nelle cellule epiteliali alveolari",mentre la survivina inibisce l'apoptosi.

Astaxantina: come includerne di più nella dieta

Anche se molti antiossidanti possono essere assunti mangiando molta frutta e verdura biologica, la vera astaxantina si trova solo in microalghe chiamate Heamatococcus pluvialis.

Quando le riserve acquifere di queste alghe si essiccano, scatta una sorta di "meccanismo di sopravvivenza" o "campo di forza" per proteggersi da sole intenso, radiazioni ultraviolette e scarsa nutrizione.

Detto questo, ciò vuol dire che esistono due risorse naturali di astaxantina: le microalghe che la producono e le creature marine che consumano le alghe, come il salmone e il krill. Le migliori risorse per questi cibi sono il salmone selvaggio dell'Alaska e gli integratori di olio di krill, che offrono un grande numero di ulteriori benefici nutritivi.

In quanto integratore per cibo per i pesci, l'astaxantina sintetica è spesso usata per dare al salmone allevato una sfumatura di rosa o arancio.

Tuttavia, poiché l'astaxantina sintetica è prodotta con petrolchimici (ottenuta da pretrolio e gas naturali), è meglio evitarla. Parlando del cibo come medicina per la longevità, l'Huffington Post ha sottolineato che:

"Certi micronutrienti che si trovano nelle patate dolci di Okinawa, nella curcuma e nei cibi ricchi di carotenoidi di provenienza marina (per esempio: alghe e kelp) sono particolarmente potenti...

Un carotenoide marino presente nella dieta di Okinawa che sembra particolarmente promettente è l'astaxantina, un prodotto naturale disponibile come integratore e derivato principalmente da microalghe.

Il composto ha potenti proprietà anti-invecchiamento, antiossidazione e antinfiammatorie.

La ricerca indica che l'astaxantina può dare benefici a coloro che soffrono di condizioni legate all'infiammazione, compresa artrite reumatoide [e] disturbi metabolici, ma anche a disturbi cardiovascolari, neurologici o del fegato".

Inoltre, l'astaxantina è del tutto sicura.

"Una delle caratteristiche più curiose dell'astaxantina è quello che non fa. Non ha brutti effetti collaterali dimostrati dalle terapie antinfiammatorie convenzionali, quali steroidi e aspirina (e composti relativi). Il suo profilo di sicurezza è molto forte...

Sono disponibili più di 1000 pubblicazioni, valutate tra pari, riguardanti l'astaxantina e più di cento sono state pubblicate solo negli ultimi tre anni, aspetto che testimonia il crescente interesse della comunità scientifica".

Oltre al fatto che potrebbe aumentare la capacità muscolare e la resistenza, diminuire il tempo necessario per recuperare dopo un allenamentoe ridurre i dolori muscolari,l'astaxantina ha altri molteplici e incredibili benefici:

Riduce le infiammazioni

Protegge la vista

Combatte il cancro

Potenzia il sistema immunitario

Bilancia gli zuccheri nel sangue

Aumenta la salute del cuore

Diminuisce lo stress ossidativo

Protegge contro le scottature solari

Lo studio comprendeva il CDX-085, che è una forma di astaxantina realizzata sinteticamente. L'astaxantina diminuiva i trigliceridi del 72%, ma anche l'aterosclerosi (conosciuta anche come indurimento delle arterie) e i coaguli di sangue.

Inoltre, c'è una "protezione extra" contro il rischio di morte con l'avanzare della vecchiaia per le persone con il genotipo FOXO3 "G", rispetto a coloro che non possiedono il gene. Secondo EurekAlert:

"I ricercatori hanno scoperto che le persone con il gene FOXO3 hanno in generale un impressionante 10% di riduzione del rischio di morire e un 26% di riduzione del rischio di morte per cardiopatia coronarica in un periodo di 17 anni. I dati si basano su uno studio di coorte prospettico su un periodo di 17 anni eseguito su 3.584 uomini americani più anziani di origine giapponese provenienti dallo studio di coorte HHP Kuakini e uno studio prospettico di replica eseguito in 17 anni su 1.595 anziani bianchi e 1.056 anziani afro-americani della coorte Health ABC".

Come i mitocondri influenzano la tua salute e la longevità

Mangiare per una salute ottimale è uno dei modi migliori per allungare la vita. Uno dei motivi più importanti risiede nei mitocondri. Comprendere come funzionano i mitocondri è anche un modo per bilanciare efficacemente il metabolismo e per sconfiggere il cancro.

La fonte primaria di energia per il corpo, i mitocondri, si accerta che i tuoi organi funzionino come dovrebbero. È ovvio che il modo migliore per farlo è assicurarsi che il tuo corpo stia assumendo molti nutrienti e antiossidanti, compresa l'astaxantina, che aiutano il corpo a sconfiggere le malattie.