Potenzialità del CoQ10 per la tua salute

benefici del CoQ10

La storia in breve -

  • Il CoQ10, il termine breve per coenzima Q10, è una sostanza naturalmente prodotta dal corpo umano e generalmente presente nei mitocondri
  • Alcuni studi hanno associato il CoQ10 a diversi benefici, in particolare per la salute cardiovascolare e della pelle
  • Prima di assumere integratori di CoQ10, parla con il tuo medico che ti aiuterà capire qual è la dose ideale per il tuo corpo
Grandezza testo:

Del Dott. Mercola

Centinaia di migliaia di persone hanno problemi di cuore, una condizione che non mette solo a dura prova la salute di una persona, ma anche il portafogli. Per esempio, le statine, che sono prescritte per abbassare il colesterolo, con l'idea che le medicine aiuteranno a prevenire gli attacchi di cuore, sono tra i farmaci più venduti dalle aziende farmaceutiche.

Tuttavia, le statine sono state correlate ad effetti collaterali gravi, tra cui danni al fegato e ai muscoli. Questi sono problemi importanti che potresti voler discutere con il tuo medico se ti vengono prescritte delle statine.

C'è anche altro che potresti voler discutere - se il dottore non ne parla - e si tratta di aggiungere un integratore giornaliero di CoQ10 al tuo regime di salute. Ma che cos'è il CoQ10 e come può portare benefici alla salute e al cuore?

Che cos'è il CoQ10?

Il CoQ10, abbreviazione di coenzima Q10, è un antiossidante prodotto naturalmente dall'organismo e presente nei mitocondri.

Esistono due forme di CoQ10: ubichinone e ubichinolo, la forma ridotta del CoQ10 che è considerata un'alternativa molto più efficace perché è otto volte meglio assorbita. Il CoQ10 è fondamentale per la produzione di adenosina trifosfato (ATP), che aiuta a fornire energia alle cellule del corpo.

Nel suo libro "The Sinatra Solution: Metabolic Cardiology" (La soluzione Sinatra: cardiologia metabolica), il cardiologo Stephen Sinatra dice che il corpo, a causa dell'enzima riduttasi, può trasformare il CoQ10 in ubichinolo dai cibi e dagli integratori che assumi.

Invecchiando, però, il corpo produce meno CoQ10. A questo punto, gli integratori di CoQ10 possono essere vitali per ottimizzare i livelli nel tuo corpo e per alleviare certe condizioni. Puoi trovare il CoQ10 sotto forma di capsule, pasticche o iniezione intravenosa. Viene usato anche come ingrediente per i prodotti di cura della pelle.

Fonti alimentari di CoQ10

Esistono cibi che contengono CoQ10 e che puoi mangiare per aumentare i livelli di questo composto nel tuo corpo. Tra gli esempi degni di nota di cibi ricchi di CoQ10 vi sono:

  • Pesce come salmone selvaggio dell'Alaska, sardine e maccarello
  • Carne e interiora di manzo nutrito con erba
  • Pollame allevato a terra
  • Semi di sesamo
  • Broccoli

Alcune ricerche hanno sottolineato l'impatto positivo di consumare vegetali ricchi di clorofilla esposti ai raggi del sole, dato che promuovono la produzione di CoQ10. Puoi aumentare la tua assunzione di clorofilla mangiando questi vegetali, preferibilmente biologici:

Spinaci

Asparagi

Foglie di barbabietola

Bok choy

Cavoletti di Bruxelles

Cavolo verde

Cavoli neri

Cetriolo

Fagiolini

Piselli

Kale

Senape indiana

Bietole

Prezzemolo

Puoi prendere in considerazione anche pistacchi di alta qualità e kiwi biologici. Assicurati solo di consumare i kiwi con moderazione perché contengono fruttosio, che può destabilizzare i tuoi mitocondri se consumato in grandi quantità.

Importanti benefici per la salute del CoQ10

Il CoQ10 fornisce un impatto positivo sulla salute cardiovascolare. Per esempio, alcuni soggetti anziani di origine svedese, tra i 70 e gli 88 anni, che hanno assunto integratori di CoQ10 insieme al selenio hanno registrato un miglioramento della funzione cardiaca e una diminuzione significativa del rischio di morte per cause cardiovascolari.

In altri studi, il CoQ10 è stato anche in grado di diminuire gli effetti della disfunzione mitocondriale dovuta allo stress ossidativo, minimizzare i danni ai mitocondri e promuovere la produzione di nuovi mitocondri, in particolare del cervello.

Alcune scoperte dimostrano che il CoQ10 ha anche le seguenti proprietà per migliorare la salute:

Antinfiammatorio — L'ubichinolo può avere effetti su due marcatori legati a malattie cardiovascolari: Peptide natriuretico pro-cervello (NT-proBNP) e gamma-glutammile transferasi (GGT).

In uno studio del 2015, i soggetti anziani con livelli maggiori di siero dell'ubichinolo avevano ridotte quantità di NT-proBNP, aiutando a ridurre il rischio di insufficienza cardiaca. Intanto, gli autori di un articolo del 2014 hanno notato che gli integratori di ubichinolo fornivano assistenza nel ridurre l'attività del siero GGT e gli effetti dello stress ossidativo negli umani.

Antiossidante — Il CoQ10 può aiutare a combattere i radicali liberi e diminuirne i danni poiché si tratta di antiossidanti liposolubili che si trovano nelle membrane cellulari e nei mitocondri.

Esistono anche delle ricerche che suggeriscono che il CoQ10 aiuti a migliorare la salute di:

Cuore — Il libro "High Blood Pressure: Arrest This Silent Killer Before It Strikes and You Will Add Years to Your Life" ("Alta pressione sanguigna: ferma il killer silenzioso prima che colpisca e aggiungerai anni alla tua vita") dice che il CoQ10 può aiutare ad aumentare la capacità del cuore di pompare in modo più potente, possibilmente consentendo la circolazione e un migliore flusso sanguigno in tutto il corpo. Tuttavia, il meccanismo responsabile di questo non si comprende a pieno.

Pelle — I tuoi livelli di CoQ10 diminuiscono con l'età e riducono l'abilità del corpo di produrre collagene ed elastina. Queste due proteine della pelle sono responsabili del miglioramento della forza e dell'elasticità (collagene) della pelle, nonché della sua flessibilità e resilienza (elastina). Se il tuo corpo contiene quantità insufficienti di queste proteine, potrebbero apparire rughe e pelle cadente.

Il CoQ10 può anche avere la capacità di combattere i radicali liberi responsabili del danno cellulare. Il CoQ10 è in grado di penetrare nella pelle e fornire effetti antiossidanti che possono aiutare a regolare i livelli di energia delle cellule.

Cosa fa il CoQ10?

Il CoQ10 fa bene alle cellule del corpo, in quanto è essenziale per produrre l'energia di cui hanno bisogno. Gli integratori che contengono questo antiossidante non solo aiutano ad affrontare una carenza di CoQ10, ma possono anche aiutare con:

Emicranie

Diabete

Fatica causata da fibromialgia

Aritmia

Insufficienza cardiaca

Prolasso della valvola mitrale (idealmente in combinazione con il magnesio)

Candidati per il trapianto di cuore

Degenerazione maculare dovuta all'età

Neuropatia diabetica

HIV/AIDS

Distrofia muscolare

Numerosi studi hanno rivelato che il CoQ10 ha il potenziale per ridurre i livelli di pressione alta. Le persone con problemi di pressione arteriosa possono trovare utili gli integratori di CoQ10, in quanto si sono notati livelli più bassi tra le persone con pressione alta.

Gli integratori di CoQ10 possono essere collegati anche ad effetti sulla fertilità. La presenza di CoQ10 nello sperma può migliorare le capacità antiossidanti e produrre effetti positivi su concentrazione, morfologia e motilità dello sperma.

Uno studio su animali fatto su soggetti anziani ha anche dimostrato che gli integratori di CoQ10 hanno aiutato a promuovere l'ovulazione, inibendo la perdita delle riserve ovariche e aumentando la funzione mitocondriale.

Studi condotti sul CoQ10

L'interesse che circondò il CoQ10 dopo la sua scoperta nel 1957 crebbe e aprì la strada ai ricercatori e alla conduzione di nuove ricerche.

Infatti, il biochimico britannico Peter Mitchell, Ph.D., è stato insignito del Premio Nobel per la biochimica del 1978 perché è stato in grado di descrivere a fondo la produzione di energia cellulare, che ha coinvolto il CoQ10. Altri studi hanno anche scoperto che il CoQ10 può essere d'aiuto per:

Gestire l'emicrania — Le carenze nutrizionali, in particolare di CoQ10, vitamina D, acido alfalipoico, magnesio e molto altro, possono avere un ruolo importante nell'insorgere di emicranie. Si tratta di un importante passo avanti, in quanto l'emicrania colpisce almeno 1 americano su 7 all'anno ed è considerata dall'OMS come "la sesta causa mondiale di anni persi a causa di disabilità".

Nel 2015, uno studio randomizzato, controllato con placebo e in doppio cieco ha rivelato che una formula commerciale contenente CoQ10, riboflavina (vitamina B2) e magnesio, è stata in grado di ridurre la frequenza dell'emicrania e di diminuirne l'intensità, rispetto ad un placebo.

Uno studio del 2016 condotto dalla dottoressa Suzanne Hagler e dai colleghi del Children's Headache Center di Cincinnati ha evidenziato che bambini, adolescenti e giovani adulti, che spesso hanno dovuto convivere con l'emicrania, avevano lievi carenze di CoQ10 e vitamine B2 (riboflavina) e D.

La bambine e le ragazze avevano una maggiore carenza di CoQ10, mentre i bambini e i ragazzi avevano una maggiore carenza di vitamina D. Tuttavia, sono necessarie maggiori ricerche per confermare questa correlazione.

Combattere problemi cardiovascolari — Lo studio Q-Symbio, che è stato condotto nel 2014, ha coinvolto 420 persone che sono state scelte a caso per assumere una dose da 100 milligrammi di CoQ10 tre volte al giorno o un placebo, e sono state sottoposte a terapia nel corso dello studio. I risultati hanno mostrato che gli integratori di CoQ10 avevano un ruolo nel:

Diminuire la mortalità cardiovascolare (9% per il gruppo CoQ10 contro il 16% per il gruppo placebo) e la mortalità per tutte le cause (10% per il gruppo CoQ10 contro il 18% per il gruppo placebo)

Ridurre i ricoveri in ospedale a causa di insufficienza cardiaca

Alleviare i disturbi mitocondriali e le malattie neurodegenerative — Uno studio del 2004 condotto su animali ha mostrato che il CoQ10 era in grado di aumentare le concentrazioni del cervello tra gli animali maturi e più anziani. Questo effetto potrebbe essere correlato al potenziale del CoQ10 di aiutare ad alleviare i disturbi mitocondriali e le malattie neurodegenerative come il morbo di Parkinson, il morbo di Huntington e la sclerosi laterale amiotrofica (SLA).

Predire il rischio di demenza — Gli autori di uno studio del 2014 hanno rivelato che i livelli di CoQ10 possono essere utili per predire l'insorgere della demenza.

Migliorare le prestazioni atletiche — I soggetti di questo studio del 2008 che hanno assunto integratori di CoQ10 avevano quantità maggiori di CoQ10 nei loro muscoli, hanno sperimentato meno stress ossidativo durante e dopo l'esercizio fisico e hanno riportato un aumento della resistenza all'esercizio fisico.

Come dovresti assumere il CoQ10?

Dato che si tratta di un nutriente liposolubile, gli integratori di CoQ10 dovrebbero essere assunti con un pasto grasso o una piccola quantità di grassi sani, come olio di cocco, olio d'oliva o olio di MCT. Prima di assumere il CoQ10, parla con il tuo medico che ti aiuterà capire qual è la dose ideale per te. I livelli di CoQ10 possono essere controllati tramite diversi tipi di test.

Effetti collaterali del CoQ10

In generale, gli integratori di CoQ10 sono considerati sicuri, anche se possono causare diarrea, nausea, bruciore di stomaco, mal di testa, eruzioni cutanee, affaticamento e vertigini.

Tuttavia, a meno che non vengano somministrati sotto la supervisione di un operatore sanitario o di un medico, gli integratori di CoQ10 dovrebbero essere evitati da persone di età inferiore ai 18 anni.

Lo stesso principio si applica in caso di gravidanza o allattamento, poiché mancano studi sull'efficacia e la sicurezza del CoQ10 per entrambi i gruppi. Inoltre, gli integratori di CoQ10 potrebbero interagire con i seguenti farmaci:

  • Farmaci chemioterapici come la daunorubicina (Cerubidin) e la doxorubicina (Adriamycin) — Se stai facendo la chemioterapia, parla con il tuo oncologo prima di assumere antiossidanti o integratori.
  • Farmaci per la pressione arteriosa come diltiazem (Cardizem), metoprololo (Lopressor o Toprol), enalapril (Vasotec) e nitroglicerina (Nitrostat o Nitrobid) — Si dice che gli integratori di CoQ10 aumentino l'efficacia di questi farmaci, ma sono necessarie ulteriori ricerche per sostenere questi risultati.
  • Gocce di Timololol (Betoptic) per il glaucoma — Assumere il CoQ10 può ridurre i suoi effetti collaterali relativi al cuore senza inibirne l'efficacia.
  • Anticoagulanti come il warfarin (Coumadin) — Gli effetti di questi farmaci potrebbero essere ridotti con l'assunzione di integratori di CoQ10, aumentando il rischio di coaguli sanguigni.

Domande frequenti sul CoQ10

D: Di cosa è fatto il CoQ10?

R: Il CoQ10 è una sostanza simile a una vitamina prodotta naturalmente dall'organismo e si trova nei mitocondri.

D: Cosa fa l'ubichinolo per il corpo?

R: L'ubichinolo è la forma ridotta di CoQ10. Anche se mancano le informazioni sui suoi benefici perché la maggior parte degli studi sono focalizzati sulla forma completa di CoQ10, la ricerca iniziale ha dimostrato che può aiutare a:

  • Abbassare i livelli di pressione sanguigna
  • Ridurre il danno muscolare dovuto all'esercizio
  • Inibire gli effetti collaterali che possono essere stimolati dai radicali liberi e dallo stress ossidativo

D: Il CoQ10 è sicuro?

R: Una valutazione della sicurezza pubblicata nel 2008, basata sui dati di studi preclinici e clinici, ha rivelato che il CoQ10 è sicuro da usare come integratore alimentare.

Tuttavia, sembra che causi diarrea, nausea o bruciore di stomaco in alcune persone, e potrebbe interagire con altri farmaci. Se sei interessato agli integratori di CoQ10, consulta il tuo medico per sapere se è sicuro per te e qual è la dose ideale per la tua condizione.

D: Il CoQ10 fa bene per diminuire il colesterolo?

R: Il CoQ10 può essere utile se si hanno pressione sanguigna elevata o colesterolo alto, perché a questo punto potresti avere bassi livelli di questo antiossidante.

Non esistono molte prove che dimostrino se gli integratori di CoQ10 sono ideali per abbassare i livelli di colesterolo. Tuttavia, esiste una ricerca iniziale che mostra che gli integratori di CoQ10 possono diminuire gli effetti collaterali causati dalle statine che abbassano i livelli di colesterolo.

D: Dovrei assumere CoQ10?

R: Se non sei sicuro di dover aumentare i livelli di CoQ10 del tuo corpo, parla con il tuo medico. Si possono suggerire alcuni test per controllare i livelli di questo antiossidante nel corpo. I minori di 18 anni e le donne incinte o che allattano dovrebbero evitare di assumere integratori di CoQ10.

D: Quanto CoQ10 dovresti assumere se segui una cura con statine?

R: Se hai in programma di assumere contemporaneamente statine e integratori di CoQ10, consulta il tuo medico per decidere il giusto dosaggio per la tua condizione.

+ Fonte e riferimenti