Quello che devi sapere sulle cisti ovariche

Cisti ovárica

La storia in breve -

  • Le cisti ovariche sono masse di liquido che si sono formate nelle ovaie e sono circondate da una parete sottile
  • Le cisti ovariche di solito si formano a causa di piccoli problemi nel ciclo mestruale di una donna o a causa di altre condizioni come l'endometriosi o la sindrome dell'ovaio policistico (PCOS)
  • Le cisti ovariche sono generalmente piccole e benigne e, nella maggior parte dei casi, i sintomi potrebbero non comparire
  • Le cause esatte delle cisti ovariche sono spesso difficili da individuare in modo specifico, ma la maggior parte delle cisti ovariche si sviluppa a causa di un problema minore, che spesso coinvolge gli ormoni nel ciclo mestruale regolare di una donna
  • D'altra parte, se stai assumendo un farmaco per la fertilità come Clomid o Serophene per promuovere l'ovulazione, può aumentare il rischio di sviluppare una cisti del corpo luteo
  • Non è necessario fare affidamento su medicinali che hanno effetti nocivi sulla salute, in quanto esistono trattamenti naturali per le cisti ovariche che puoi provare
Grandezza testo:

La parola "cisti" può avere implicazioni buone o cattive. In anatomia, una cisti è indicata come una normale sacca o sacco nel corpo, come la vescica. Tuttavia, questo termine segnala cattive notizie quando si forma come una sacca o tasca anormale nel corpo contenente sostanze liquide, gassose o semi-solide. Una cisti non è una parte normale del tessuto in cui si trova e ha una membrana distinta e una divisione sul tessuto vicino.

Ci sono una varietà di cisti che possono svilupparsi nel corpo, come le cisti dell'acne, le cisti al seno, le cisti di calazio, le cisti colloidi, le cisti dentigere e le cisti gangliari. Queste pagine tratteranno un particolare tipo di cisti chiamato cisti ovariche e le loro possibili implicazioni sul corpo.

Cosa sono le cisti ovariche?

Le cisti ovariche sono masse di liquido che si sono formate nell'ovaio e sono circondate da una parete sottile. Una paziente può sviluppare uno di questi due tipi di cisti ovariche: le cisti ovariche funzionali e le cisti ovariche complesse. Le dimensioni delle cisti ovariche variano, con alcune cisti piccole come un pisello e altre più grandi di un'arancia.

Le cisti ovariche di solito si formano a causa di piccoli problemi nel ciclo mestruale di una donna o a causa di altre condizioni come l'endometriosi o la sindrome dell'ovaio policistico (PCOS). Tuttavia, le cause esatte delle cisti ovariche sono ancora oggetto di ricerca.

Sintomi noti di una cisti ovarica

Le cisti ovariche sono generalmente piccole e benigne e, nella maggior parte dei casi, i sintomi potrebbero non comparire. Tuttavia, la comparsa dei soli sintomi non è sufficiente per indicare se un paziente ha una cisti o meno, poiché altre condizioni, come il carcinoma ovarico, l'endometriosi, la malattia infiammatoria pelvica o la gravidanza ectopica possono presentare indicatori simili. Tra i sintomi comuni della cisti ovarica che una paziente può sperimentare vi sono:

Mestruazioni irregolari o cicli più dolorosi, più pesanti o più leggeri del normale

Dolore pelvico che può essere persistente o intermittente (si manifesta come un dolore leggero che può diffondersi nella parte bassa della schiena e nelle cosce)

Dolore pelvico che si sviluppa prima che le mestruazioni inizino o finiscano

Dispareunia o dolore pelvico durante i rapporti sessuali

Dolore addominale e disagio dopo il rapporto sessuale

Dolore al passaggio delle feci

Sintomi della gravidanza come dolore mammario e nausea

Pressione sul retto o sulla vescica, in cui il paziente potrebbe dover andare in bagno più spesso per urinare o defecare

Gonfiore, ingrossamento o pesantezza nell'addome

Problemi di svuotamento completo della vescica

Produzione ormonale anormale che può portare a cambiamenti nella crescita del seno e dei peli del corpo

Ci sono anche segnali più problematici della cisti ovarica, come:

  • Torsione — se la cisti ovarica cresce sullo stelo di un'ovaia, questo stelo può deformarsi, bloccare l'afflusso di sangue alla cisti e innescare un forte dolore nell'addome inferiore.
  • Bruciore — una cisti ovarica che esplode può causare dolore nell'addome inferiore e sanguinamento. Se la cisti è infetta, il dolore peggiorerà.
  • Cancro — in rari casi, la presenza di una cisti ovarica può significare una forma precoce di cancro ovarico.

Diagnosi di cisti ovariche

Perché la maggior parte delle cisti ovariche non mostra sintomi, potrebbero non essere diagnosticate. Un effetto di ciò è la difficoltà di stimare l'incidenza e la prevalenza delle cisti ovariche. Di frequente capita che una cisti venga diagnosticata casualmente durante un esame pelvico o un'ecografia, anche se non sono presenti sintomi.

Se tu o qualcuno che conosci presenta indicatori precoci di una cisti ovarica, consulta immediatamente un ginecologo. Il ginecologo effettuerà un esame fisico e verificherà la presenza di eventuali sintomi. Per diagnosticare completamente una cisti ovarica, il medico dovrà conoscere le seguenti qualità della cisti:

  • Forma
  • Dimensione
  • Composizione (che sia piena di elementi solidi, fluidi o entrambi) — nella maggior parte dei casi, le cisti piene di liquido non sono cancerose, ma alcune potrebbero dover essere sottoposte a ulteriori test.

Oltre a un esame fisico, il ginecologo può ordinare questi test diagnostici:

Ultrasuoni pelvici — questo aiuta a verificare la presenza di una cisti, la sua posizione e la sua composizione. Un trasduttore, o una sonda per scanner simile a una bacchetta, viene posizionato sull'addome, sopra la posizione delle ovaie, anche se può essere posizionato anche all'interno della vagina. Il ginecologo osserva le ovaie su uno schermo video.

Esame del sangue CA 125 — questo consente di verificare se un paziente ha livelli ematici elevati di una proteina chiamata antigene cancerogeno 125 (CA 125). Il tuo ginecologo può consigliarti di fare un test CA 125 se sviluppi una cisti ovarica parzialmente solida e hai un alto rischio di cancro alle ovaie. Conoscere la quantità di CA 125 nel sangue può aiutare a determinare se la cisti è cancerosa o meno.

Livelli elevati di CA 125 possono significare che una donna ha il carcinoma ovarico, sebbene siano presenti elevate quantità di proteine tra i pazienti con endometriosi, fibromi uterini o malattie infiammatorie pelviche.

Test di gravidanza — un risultato positivo del test di gravidanza può segnalare che un paziente ha una cisti del corpo luteo. Questo tipo di cisti si sviluppa quando il follicolo rotto che rilascia l'uovo si richiude e si riempie di liquido.

Laparoscopia — uno strumento sottile e illuminato chiamato laparoscopio viene inserito nell'addome attraverso una piccola incisione. Ciò consentirà al ginecologo di vedere le ovaie e rimuovere la cisti ovarica (se presente). Una laparoscopia viene spesso eseguita in anestesia generale.

Quali sono le cause delle cisti ovariche?

Le cause esatte delle cisti ovariche sono spesso difficili da individuare, ma la maggior parte delle cisti ovariche si sviluppa a causa di un problema minore, che spesso coinvolge gli ormoni, nel normale ciclo mestruale di una donna. In effetti, alcuni eventi nel ciclo mestruale possono stimolare lo sviluppo di cisti ovariche funzionali o il tipo più comune di cisti ovarica.

Ogni mese, nelle ovaie crescono strutture simili a cisti chiamate follicoli che sono responsabili della produzione degli ormoni femminili estrogeni e progesterone e rilasciando una cellula uovo una volta che una donna ovula. Se un normale follicolo mensile continua a crescere, tuttavia, viene considerato una cisti funzionale. Le cisti follicolari e le cisti del corpo luteo, due tipi di cisti funzionali, si sviluppano generalmente durante il ciclo mestruale:

  • Cisti follicolare — nel mezzo del ciclo mestruale, una cellula uovo esplode dal follicolo e viaggia attraverso la tuba di Falloppio per cercare una cellula spermatica per fecondarla. Una cisti può svilupparsi se qualcosa va storto, ad esempio se il follicolo non si rompe o non rilascia la cellula uovo.
  • Cisti del corpo luteo — dopo che un follicolo rilascia una cellula uovo, il follicolo rotto inizia a produrre grandi quantità di estrogeni e progesterone per il concepimento. Il detto follicolo è ora chiamato corpo luteo. Tuttavia, se la fessura per l'uscita della cellula uovo si chiude e il fluido inizia ad accumularsi all'interno del corpo luteo, si può giungere all'espansione e allo sviluppo di una cisti ovarica.

Alcune condizioni e farmaci possono svolgere un ruolo nello sviluppo della cisti ovarica

Ci sono malattie che possono essere responsabili della presenza di cisti ovariche. Un esempio è la sindrome dell'ovaio policistico (PCOS), in cui una donna può avere piccole cisti ovariche che sono in realtà follicoli dell'uovo che non sono cresciuti fino all'ovulazione e sono i prodotti di livelli ormonali alterati.

In alternativa, endometriomi (un tipo di cisti ovarica complessa) si formano a causa di endometriosi, una malattia che causa la crescita del tessuto del rivestimento uterino chiamato endometrio al di fuori dell'utero, in aree quali ovaie, vescica, intestino, vagina o retto.

D'altra parte, se stai assumendo un farmaco per la fertilità come Clomid o Serophene per promuovere l'ovulazione, questo può aumentare il rischio che una cisti del corpo luteo si sviluppi dopo il suddetto evento. Fortunatamente, questo tipo di cisti non impedisce o minaccia una gravidanza. Inoltre, un farmaco per la fertilità può innescare una condizione chiamata sindrome da iperstimolazione ovarica, in cui si formano più grandi cisti sulle ovaie, ma alla fine scompaiono dopo il ciclo mestruale o dopo una gravidanza.

Come trattare le cisti ovariche

Ci sono erbe che possono essere utilizzate per il trattamento della cisti ovarica, che possono aiutare a nutrire il sistema endocrino e a promuovere l'equilibrio ormonale, l'ovulazione regolare e la corretta circolazione agli organi riproduttivi.

Le erbe aromatiche che aiutano nella disintossicazione del fegato e nel potenziamento dell'equilibrio ormonale e del metabolismo degli estrogeni sono un grande vantaggio, poiché le cisti ovariche sono considerate uno stato di ristagno nel corpo, per quanto riguarda il fegato e la circolazione agli organi riproduttivi. Natural Fertility Info elenca questi esempi da tenere in considerazione:

Radice di maca (Lepidium meyenii) — questa aiuta l'organismo a produrre progesterone e bilanciare gli ormoni e aiuta il progesterone naturale a funzionare meglio nutrendo il sistema endocrino.

Radice di cohosh nero (Actaea racemosa) — promuove la regolazione del ciclo mestruale e aiuta ad alleviare il dolore ovarico.

Radice di dong quai (Angelica sinensis) — spesso usata nella medicina tradizionale cinese, la radice di dong quai può aiutare con l'equilibrio ormonale e può essere usata per problemi di fertilità congestizia.

La radice di dong quai è anche nota per supportare una circolazione sana agli organi riproduttivi e ridurre il dolore legato a problemi di fertilità.

Seme di cardo mariano (Silybum marianum) — i semi di cardo mariano possono supportare l'equilibrio ormonale attraverso il supporto del fegato e aiutare il fegato a purificarsi e rigenerarsi.

Parti aeree e frutti della pianta del tribolo (Tribulus terrestris) — è stato dimostrato che le parti della pianta del tribulo normalizzano l'ovulazione quando vengono utilizzate prima che si verifichi l'ovulazione.

Il tribolo può anche avere effetti positivi come tonico nutriente per il sistema riproduttivo femminile.

Bacche di agnocasto (Vitex agnus-castus) — l'agnocasto è noto per aiutare a mantenere l'equilibrio ormonale, migliorare la circolazione e migliorare i tempi del ciclo mestruale.

Radice di igname selvatico (Dioscorea villosa) — può favorire un ciclo mestruale sano e l'equilibrio ormonale e favorire la riduzione del dolore ovarico.

Parti aeree di achillea millefoglie (Achillea millefolium) — possono alleviare la congestione pelvica promuovendo una migliore circolazione agli organi riproduttivi.

Barbabietola — un composto chiamato betalaina nella barbabietola può aumentare la capacità del fegato di aiutare a liberare le tossine nel tuo corpo.

Inoltre, poiché la barbabietola ha una natura alcalina, può aiutare a bilanciare l'acidità del corpo e diminuirne la gravità dei sintomi della cisti ovarica.

Rimedi domestici per le cisti ovariche

Puoi anche parlare con il tuo ginecologo o medico sull'assunzione di questi integratori naturali:

  • Vitamine del gruppo B — questi integratori possono aiutare il corpo a bilanciare i livelli di zucchero nel sangue e gli ormoni.
  • Estratti vegetali di brassica — gli estratti possono aiutare il corpo a bilanciare gli ormoni. Idealmente, integratori come questi devono contenere estratti di verdure crocifere come cavolo, broccoli, cavolfiori e cavoletti di Bruxelles.

Altri rimedi domestici che i pazienti con cisti ovarica possono provare coinvolgono queste due sostanze:

  • Sali di Epsom (con un bagno con sale Epsom) — un bagno con sale Epsom può aiutare ad alleviare il dolore e i sintomi legati alle cisti ovariche. Il sale di Epsom contiene quantità elevate di solfato di magnesio e può anche funzionare come miorilassante.
  • Aceto di mele (ACV) — può aiutare a ridurre le cisti ovariche che sono principalmente causate da carenza di potassio e aiutare a combattere i sintomi di sanguinamento mestruale eccessivo, gonfiore e crampi che si verificano durante il ciclo mestruale della donna.

Oli essenziali per il trattamento delle cisti ovariche

Consulta il tuo ginecologo o medico per l'utilizzo di oli essenziali per trattare le cisti ovariche. Prima di usarli, tuttavia, assicurati di sottoporti a un patch test sugli allergeni per determinare se scatenano reazioni allergiche o avverse:

Olio di ribes nero — è una buona fonte di un acido grasso chiamato acido gamma-linolenico (GLA) che aiuta nella produzione di prostaglandine e altri componenti ideali di un sano ciclo riproduttivo. Anche l'olio di ribes nero contiene acidi grassi omega 3 e omega-6 che hanno effetti positivi, come la riduzione dei livelli di testosterone nelle donne.

Le prostaglandine e gli acidi grassi aggiuntivi possono aiutare a trattare le cisti ovariche e i problemi legati alla sindrome dell'ovaio policistico (PCOS). Recentemente si è anche scoperto che l'olio di ribes nero ha capacità anti-infiammatorie che possono ridurre gli indicatori delle cisti ovariche e possibilmente ridurre le stesse a dimensioni gestibili.

Olio di borragine — con una maggiore quantità di acidi grassi omega-3 e omega-6, l'olio di borragine può aiutare a ridurre i livelli di testosterone nelle donne, in particolare nei pazienti con PCOS. Può essere una buona scelta nel trattamento delle cisti ovariche, soprattutto se le cisti stesse si sviluppano a causa dell'aumento dei livelli di testosterone.

Olio di enotera — altra buona fonte di GLA, l'olio di enotera può portare a un effetto riequilibrante sugli ormoni femminili, e può aiutare a prevenire la formazione di cisti ovariche. Le capacità antinfiammatorie di questo olio essenziale possono anche giovare agli organi riproduttivi femminili, poiché gli antinfiammatori hanno mostrato potenziale nel trattamento delle cisti.

Un lato negativo di questo olio, tuttavia, è che non contiene elevate quantità di acidi grassi omega. Devi assumere i tuoi acidi grassi omega-3 da un'altra fonte di alta qualità, soprattutto se hai la sindrome dell'ovaio policistico (PCOS).

Olio di ricino — questo olio essenziale può aiutare il corpo a eliminare i tessuti e le tossine in eccesso e stimolare il sistema linfatico e circolatorio, portando poi alla riduzione e dissoluzione delle cisti ovariche. Tuttavia, evita l'uso di impacchi di olio di ricino durante le mestruazioni e dopo l'ovulazione, soprattutto se si sta tentando di concepire.