Cosa succede al tuo corpo quando sei disidratato?

Disidratazione

La storia in breve -

  • La disidratazione avviene quando si perde troppa acqua corporea senza sostituirla, il che impedisce al corpo di svolgere le sue normali funzioni
  • Le aziende produttrici di bevande sostengono che le bevande sportive aiutano a reintegrare gli elettroliti nel corpo durante l'esercizio fisico o le attività all'aperto, ma la verità è che gli ingredienti delle bevande sportive che preferisci non ti idratano e non ti fanno bene, e possono anche essere dannose per la tua salute
  • Quando si nutre il corpo con acqua strutturata, si ripristina l'equilibrio e l'integrità del corpo
Grandezza testo:

La disidratazione non è un semplice problema di salute. Chiunque può esaurire i liquidi nel proprio corpo per vari motivi, quindi è importante idratarsi sempre con acqua. Continua a leggere per saperne di più sui sintomi della disidratazione e su come prevenirla.

Che cos'è la disidratazione?

La disidratazione avviene quando si perde troppa acqua senza sostituirla, impedendo al corpo di svolgere le sue normali funzioni. Ricorda che l'acqua costituisce quasi il 50-60% del corpo, a seconda del sesso. Essa svolge un ruolo importante in molte funzioni corporee, come lubrificare le articolazioni e trattenere l'umidità negli occhi, mantenere la pelle sana, eliminare le tossine e facilitare una corretta digestione.

Una corretta assunzione di liquidi è anche vitale per la funzione renale quindi, ogni volta che il corpo perde acqua, è necessario sostituire quei liquidi per mantenere l'equilibrio tra i sali, il glucosio e altri minerali nell'organismo.

Se ci si disidrata, possono verificarsi immediatamente cambiamenti drastici nel corpo. La ricerca ha dimostrato che anche una lieve disidratazione può far diminuire il fluido del tessuto cerebrale, il che può causare cambiamenti nel volume del cervello. Anche il sangue diventa più viscoso, affaticando il sistema cardiovascolare e mettendoti a rischio di problemi di salute come la trombogenesi. La disidratazione compromette anche la capacità del corpo di regolare la temperatura.

Perdere solo l'1-2% dell'intero contenuto d'acqua può causare sete, segno che è necessario reintegrare i liquidi persi. Una lieve disidratazione può essere facilmente trattata, ma se raggiunge livelli estremi, può essere pericolosa per la vita e richiedere l'immediata assistenza medica.

Segni e sintomi di disidratazione

Ecco alcuni dei sintomi lievi e gravi della disidratazione, secondo la Mayo Clinic:

Disidratazione da lieve a moderata

Bocca secca, appiccicosa

Sonnolenza o stanchezza

Pelle secca

Mal di testa

Costipazione

Capogiri o vertigini

Nessuna o poche lacrime quando si piange

Poca urina

Pelle secca e fredda

Crampi muscolari

Disidratazione grave

Molta sete

Irritabilità e confusione

Occhi affossati

Pelle secca che non torna indietro quando la pizzichi

Pressione sanguigna bassa

Battito accelerato

Respiro rapido

Nessuna lacrima quando si piange

Febbre

Poca o nessuna urinazione, e qualsiasi colore dell'urina più scuro del solito

In casi seri, si possono verificare deliri o perdita di coscienza

I bambini sono più vulnerabili alla disidratazione. HealthyChildren.org sottolinea che è necessario prestare cure immediate ai bambini se mostrano i seguenti sintomi:

Disidratazione da lieve a moderata

Urinazione meno frequente (per i bambini piccoli, meno di sei pannolini al giorno)

Giocare meno del normale

Bocca secca e impastata

Poche lacrime quando si piange

Fontanella ben visibile

Feci molli (se la disidratazione è causata da diarrea) Se la disidratazione è causata dalla perdita di fluidi, ci saranno meno movimenti intestinali

Disidratazione grave

Capricci frequenti

Eccesso di sonnolenza

Occhi affossati

Mani e piedi freddi e dal colore anomalo

Pelle grinzosa

Urinazione solo una o due volte al giorno

La disidratazione cronica può colpire gli organi e provocare calcoli renali, costipazione e squilibri elettrolitici che possono portare a crisi epilettiche. Che si tratti di una disidratazione lieve, moderata o grave, i liquidi persi dal corpo devono essere immediatamente sostituiti. Se ti disidrati e inizi a manifestare sintomi come quelli qui citati, consulta un medico il più presto possibile.

I neonati sono più vulnerabili alla disidratazione; per questo motivo è necessario prestare loro un'attenzione immediata, soprattutto se si osservano questi sintomi:

Fontanella ben visibile

Poche o nessuna lacrima quando piangono

Secchezza della bocca

Pochi pannolini bagnati

Sonnolenza

Respiro rapido

La disidratazione cronica può colpire gli organi e portare a calcoli renali, problemi di colesterolo, costipazione e danni al fegato, alle articolazioni e ai muscoli.

Che si tratti di una lieve, moderata o grave disidratazione, i liquidi persi dal corpo devono essere immediatamente sostituiti. Se si inizia a sviluppare una diarrea grave con o senza vomito, febbre, diarrea moderata per 24 ore, feci sanguinolente, o non si può bere alcun liquido, è necessario ricorrere a un trattamento professionale il più presto possibile.

Quali sono le cause della disidratazione?

Ci sono varie ragioni per cui si verifica la disidratazione, e le cause possono essere dovute sia alla perdita di troppi liquidi sia al fatto di non assumerne a sufficienza. Per esempio, un'attività fisica intensa può causare una copiosa sudorazione e la perdita di notevoli quantità d'acqua, per cui una corretta idratazione è necessaria per reintegrare ciò che si è perso. Medical News Today dice che altre cause di disidratazione sono:

  • Diarrea — Questa condizione impedisce al tratto intestinale di assorbire l'acqua dai cibi che si mangiano, rendendola la causa più comune di disidratazione.
  • Vomito — Le cause comuni includono malattie di origine alimentare, nausea e avvelenamento da alcol.
  • Sudorazione — Una sudorazione vigorosa può verificarsi per vari motivi, come ad esempio se si ha la febbre, si lavora in ambienti caldi o si pratica un'intensa attività fisica.
  • Diabete Avere alti livelli di zucchero nel sangue può causare una frequente minzione e, di conseguenza, un'estrema perdita di liquidi nelle cellule, che porta alla disidratazione.
  • Minzione frequente — I nondiabetici possono urinare frequentemente a causa dell'assunzione di alcolici o dell'assunzione di alcuni farmaci come antistaminici, farmaci per la pressione sanguigna e antipsicotici. Anche l'assunzione di troppa caffeina può causare una minzione più frequente.

Chi è a rischio di disidratazione?

Tutti sono inclini alla disidratazione, ma alcune persone hanno un rischio maggiore di incorrervi, come ad esempio coloro che si impegnano in un esercizio fisico faticoso. Un esempio è l'alpinismo. Per gli escursionisti è particolarmente difficile rimanere idratati perché la pressione ad alta quota li fa sudare di più e respirare di più.

Anche gli atleti professionisti, in particolare quelli che partecipano a maratone, triathlon e tornei ciclistici, sono predisposti alla disidratazione. Le ricerche suggeriscono che anche bassi livelli di disidratazione possono compromettere la risposta cardiovascolare e termoregolatoria degli atleti.

Uno studio ha anche rivelato che la disidratazione può compromettere le prestazioni dei giocatori di basket. Lo studio si è concentrato su 17 maschi di età compresa tra i 17 e i 28 anni, e ha valutato le loro prestazioni in base a diversi livelli di disidratazione fino al 4%. Il risultato ha mostrato che quando c'è un aumento della disidratazione, le prestazioni delle abilità diminuiscono.

I neonati sono particolarmente inclini alla disidratazione in quanto il loro corpo è composto dal 78% di acqua alla nascita, scendendo a circa il 65% all'età di 1 anno. Poiché il loro corpo è più vulnerabile all'esaurimento dell'acqua, il loro bisogno di acqua è maggiore rispetto agli adulti.

Anche gli anziani sono a rischio di disidratazione, poiché il meccanismo della sete si indebolisce con l'avanzare dell'età. Secondo uno studio del 2016, il 20% degli anziani non riceve abbastanza acqua ogni giorno a causa di diverse cause, che vanno dalla dimenticanza al desiderio di combattere l'incontinenza consumando meno liquidi, al semplice fatto di essere troppo fragili per occuparsi dei propri bisogni personali.

Coloro che hanno malattie croniche che causano una minzione frequente come il diabete o problemi renali hanno un rischio maggiore di disidratazione. Se hai una malattia cronica che causa disidratazione, assicurati di prendere le misure necessarie per idratarti in ogni momento per proteggere la tua salute.

Come prevenire la disidratazione

L'acqua gioca un ruolo immenso nelle funzioni corporee, rendendola una parte essenziale della vita quotidiana. Poiché la disidratazione può essere pericolosa per la vita, è importante riempire immediatamente il corpo con l'acqua se ci si sente disidratati.

Porta sempre con te dell'acqua durante l'esercizio fisico o qualsiasi attività fisica, soprattutto quando la temperatura è troppo alta. Una buona regola per prevenire la disidratazione è quella di bere tanta acqua quanta ne serve per far diventare le urine di colore giallo chiaro. Urina scura significa che i reni trattengono i liquidi nel tentativo di averne a sufficienza perché il corpo possa svolgere le sue normali funzioni.

È particolarmente importante prestare attenzione se si ha febbre, vomito o diarrea, in modo da non disidratarsi. Assicurati di bere acqua a sufficienza per sostituire i liquidi che hai perso. Se vomiti o hai la diarrea al punto che non riesci a bere abbastanza per rimanere idratato, potresti aver bisogno di andare in un pronto soccorso per aiutarti a mantenere l'idratazione.

Le bevande sportive e altre bevande zuccherate non vi manterranno idratati

Le bevande sportive sono una delle bevande più commercializzate al giorno d'oggi: dalle pubblicità televisive ai popolari sponsor degli atleti, i media mainstream fanno sembrare che le bevande sportive siano la risposta per mantenerti sano e ben idratato.

Le aziende produttrici di bevande pubblicizzano che queste bevande aiutano a reintegrare gli elettroliti nel corpo durante l'esercizio fisico o le attività all'aperto, ma la verità è che le bevande con studi scientifici veri e propri alle spalle sono state create per gli atleti ad alte prestazioni che esauriscono rapidamente le loro riserve d'acqua, non per la persona media che cerca di affrontare i problemi della sete.

In effetti, l'assunzione di una quantità eccessiva di queste bevande può anche essere dannosa per la salute, soprattutto se rientrano in una classe di bevande note come bevande "energetiche".

Una tipica bevanda sportiva o energetica contiene elevate quantità di acido citrico. Secondo uno studio del 2017 del The Science Journal del Lander College of Arts and Sciences, bere bevande sportive o energetiche che contengono acido citrico può scheggiare lo smalto dei denti più velocemente, portando all'erosione dentale. Anche le bevande sportive come Powerade e Gatorade sono ricche di zucchero: uno studio di BMJ ha segnalato, rispettivamente, 19 e 30 grammi, per una bottiglia da 500 ml di queste due bevande.

Oltre alle bevande sportive, ci sono altre bevande zuccherate che non ti daranno alcun beneficio, come le bibite gassate. Queste sono altrettanto malsane poiché una bottiglia di cola da mezzo litro contiene 16 cucchiaini di zucchero, di solito sotto forma di sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio.

Le bevande energetiche hanno i loro problemi: consumate dal 30 al 50% degli adolescenti e dei giovani adulti, queste bevande vengono integrate con ingredienti che vengono utilizzati come stimolatori di energia. Dati i livelli pericolosi di caffeina, taurina, erbe e vari zuccheri, ciò che è contenuto in queste bevande può causare "convulsioni, manie, ictus e morte improvvisa" quando vengono consumate, e sono un rischio soprattutto per chi è diabetico, ha una malattia cardiaca, tiroidea o renale, o sta assumendo alcuni farmaci.

I succhi di frutta commerciali sono un altro gruppo di bevande dolcificate fortemente lavorate che hanno troppi zuccheri e non hanno un valore sufficiente per renderle utili ai fini dell'idratazione. Per esempio, una lattina di succo di mela Minute Maid contiene 37 grammi di zucchero, che può comportare il rischio di diabete, aumento di peso e obesità.

Bevi acqua viva

Se utilizzi il sistema idrico comunale, non basta aprire il rubinetto e riempire un bicchiere o una bottiglia d'acqua, in quanto può benissimo contenere fluoruro, così come metalli pesanti e sottoprodotti di disinfezione che possono avere effetti nocivi sulla salute. L'installazione di un filtro per l'acqua in casa, sia al rubinetto che, preferibilmente, anche nel punto di ingresso, può aiutare ad eliminare questi contaminanti dannosi.

Se vuoi l'acqua migliore per te e la tua famiglia, ti suggerisco di bere acqua strutturata o "viva", come l'acqua di sorgente profonda. Secondo Gerald Pollack, uno dei maggiori ricercatori mondiali sulla fisica dell'acqua, l'acqua strutturata o acqua da "zona di esclusione" EZ è lo stesso tipo di acqua che si trova nelle cellule del corpo. Ha una carica negativa e funziona proprio come una batteria, trattenendo ed erogando energia.

Poiché l'acqua distillata è troppo acida e l'acqua alcalina è troppo alcalina, si dovrebbe nutrire il corpo solo con acqua strutturata, in quanto contiene il PH ideale tra 6,5 a 7,5, che permette al corpo di mantenere uno stato equilibrato e completo.

Io personalmente bevo acqua vorticizzata da quando sono diventato un fan di Viktor Schauberger, che ha fatto tanto lavoro per quanto riguarda questa tecnica molti anni fa. Creando un vortice nel tuo bicchiere d'acqua, ci metti energia e aumenti anche la EZ.

L'acqua ideale EZ si trova nello scioglimento dei ghiacciai, ma poiché è praticamente inaccessibile quasi per tutti, l'acqua naturale di sorgente profonda è una buona fonte. Quando si conserva l'acqua, bisogna usare brocche di vetro ed evitare le bottiglie di plastica perché contengono bisfenolo A e ftalati, che sono legati a problemi di salute, come le disfunzioni sessuali e l'alterazione dei livelli di ormoni tiroidei.

Altre opzioni naturali per sedare la sete e prevenire la disidratazione

Se vuoi bere qualcosa di più saporito dell'acqua, puoi optare per un succo vegetale a crudo naturale e biologico a base di verdure fresche. Tuttavia, consiglio di astenersi dal bere succo di frutta con troppa frutta, perché avrà un'elevata quantità di zucchero e calorie. Scegli una ricetta che combini solo uno o due frutti e una maggiore quantità di verdure come spinaci, sedano o kale. In questo modo, è possibile ridurre al minimo l'assunzione di zucchero e ottenere comunque tutte le sostanze nutritive dalla frutta e dalla verdura nella loro forma più pura.

Ti consiglio di mantenere il tuo consumo di fruttosio al di sotto dei 25 grammi al giorno. Se hai diabete di tipo 2, resistenza all'insulina o malattie cardiache, è saggio ridurre al minimo il consumo totale di fruttosio a 15 grammi al giorno, compreso quello di frutta.

L'acqua di cocco serve come ottimo sostituto delle bevande sportive. Fornisce benefici ottimali per la salute grazie ai suoi effetti antinfiammatori e antiossidanti. Una nota di prudenza: l'acqua di cocco contiene anche zucchero, anche se in quantità minore rispetto ad altri frutti, quindi bevila con moderazione, preferibilmente dopo un allenamento cardio, quando hai bisogno di sostituire minerali e liquidi.

Il segreto per evitare la disidratazione: ascolta il tuo corpo

Solo tu puoi stabilire se sei abbastanza idratato. Se hai molta sete o se sudi abbondantemente, questo è un segnale che devi riempire immediatamente il tuo corpo di acqua. Non aspettate che si manifestino gravi sintomi di disidratazione prima di agire, poiché questo può essere pericoloso per la vita.

Dal momento che chiunque può disidratarsi anche senza attività fisica, avere sempre una bottiglia d'acqua filtrata a portata di mano può aiutare a mantenersi idratati. Non dimenticare che una persona sana dovrebbe urinare sette o otto volte al giorno, quindi se non urini frequentemente significa che non stai bevendo abbastanza acqua.

Ricorda: non c'è niente di più rinfrescante che bere acqua fresca per sostituire i liquidi che hai perso. È anche importante ascoltare sempre il proprio corpo. Una volta che senti questa voglia di bere, opta per l'acqua strutturata o filtrata piuttosto che per le bevande dolcificate artificialmente, che possono avere effetti negativi sulla tua salute.

+ Fonte e riferimenti