9 benefici dei cetrioli sulla salute

Cetrioli

La storia in breve -

  • I cetrioli sono composti fino al 95% d’acqua, il che li rende alimenti ideali per l’idratazione e il rinfrescamento
  • I cetrioli contengono un flavonolo antiinfiammatorio chiamato fisetina che sembra giocare un ruolo importante nella salute del cervello
  • I cetrioli contengono anche polifenoli chiamati lignani, che possono aiutarti a diminuire il rischio di tumori al seno, all’utero, alle ovaie, e alla prostata
  • L’estratto di cetriolo contribuisce a ridurre infiammazioni indesiderate, in parte inibendo l’azione di enzimi pro-infiammatori (tra la cicloossigenasi 2, o COX-2)
  • I cetrioli hanno poche calorie e molte fibre, per questo sono utili sia per la perdita di peso che per la salute digestiva
Grandezza testo:

Del Dott. Mercola

I Cetrioli appartengono alla stessa famiglia di piante degli squash (ovvero le diverse varietà di zucche), della zucca e del cocomero (la famiglia delle Cucurbitacee). Come il cocomero, i cetrioli sono fatti quasi completamente d’acqua (95%), il che significa che mangiarli in un caldo giorno d’estate può aiutarti a rimanere idratato.

Ad ogni modo, ci sono molte ragioni per mangiare cetrioli tutto l’anno. Con la vitamina K, la vitamina B e C, il rame, il potassio e il manganese, i cetrioli possono aiutarti ad evitare le carenze nutritive diffuse tra le persone che si alimentano sulla base di una tipica dieta americana.

In più, i cetrioli contengono polifenoli e altre sostanze che contribuiscono a ridurre il rischio di malattie croniche e tanto, tanto altro ancora.

9 Motivi per mangiare cetrioli

1. Proteggono il cervello — I cetrioli contengono un flavonolo antiinfiammatorio, chiamato fisetina, che sembra giocare un importante ruolo nella salute del cervello. Oltre a migliorare la memoria e proteggere le cellule neurali dal declino dovuto all’età, è stato scoperto che la fisetina previene l’indebolimento di memoria e di apprendimento nei topi affetti da Alzheimer.

2. Riducono il rischio di cancro — I cetrioli contengono polifenoli chiamati lignani, (pinoresinolo, lariciresinolo e secoisolariciresinolo) che contribuiscono a ridurre il rischio di tumori al seno, all’utero, alle ovaie e alla prostata. Contengono inoltre fitonutrienti chiamati cucurbitacine, anch’esse con proprietà anti-tumorali. Secondo la Fondazione George Mateljan:

"Gli scienziati hanno già determinato che l’attività delle cucurbitacine può bloccare le svariate vie di segnalazione necessarie per lo sviluppo e la sopravvivenza dei tumori (per esempio, quelle delle JAK/STAT e della MAPK"

3. Combattono le infiammazioni — I cetrioli possono aiutare a “spegnere” le reazioni infiammatorie nel corpo, e studi su animali suggeriscono che l’estratto di cetriolo aiuti a ridurre le infiammazioni indesiderate, in parte inibendo l’azione di enzimi pro-infiammatori (tra la cicloossigenasi 2, o COX-2).

4. Hanno proprietà antiossidanti — I cetrioli contengono numerosi antiossidanti, tra cui la nota vitamina C e il betacarotene. Contengono inoltre flavonoidi antiossidanti come quercetina, apigenina, luteolina, e kaempferolo, che forniscono ulteriori benefici.

Per esempio, molti credono che la quercetina prevenga il rilascio di istamina, ciò fa sì che il cibo ricco di quercetina sia un “antistaminico naturale”. Il kaempferolo, invece, potrebbe aiutare a sconfiggere il cancro e ridurre i rischi di malattie croniche, tra cui malattie cardiache.

5. Rinfrescano l’alito — Mettere un cetriolo sul palato può aiutare a liberare la bocca dai batteri che causano cattivo odore. Secondo i Principi Ayurvedici mangiare cetrioli è anche utile a rilasciare l’eccessivo calore dello stomaco, che costituisce la causa primaria di un alito maleodorante.

6. Aiutano a gestire lo stress — I cetrioli contengono diverse vitamine del gruppo B, tra cui vitamina B1, vitamina B5, e vitamina B7 (biotina). Le vitamine del gruppo B sono note per alleviare l’ansia e tamponare gli effetti negativi dello stress.

7. Sostengono la sana digestione — I cetrioli contengono un’enorme quantità di due elementi basici necessari per una sana digestione: l’acqua e le fibre. Aggiungere cetrioli alle spremute o all’insalata può aiutare a raggiungere la quantità ideale di fibre di cui il tuo corpo ha bisogno: 50 grammi per 1.000 calorie consumate. Se soffri di reflusso gastrico, dovresti sapere che bere acqua può aiutare a eliminare i sintomi del reflusso acido aumentando temporaneamente i livello di pH; è possibile che i cetrioli ricchi d’acqua abbiano un effetto simile.

La buccia del cetriolo contiene fibra insolubile, che aiuta a rendere le feci più voluminose. Questo permetterà al cibo di muoversi più velocemente attraverso il tratto digestivo per una corretta espulsione.

8. Permettono di mantenere un peso salutare — I cetrioli hanno pochissime calorie, eppure mangiati come snack sono sazianti (una tazza di cetrioli a fettine contiene solo 16 calorie). La fibra solubile dei cetrioli si dissolve in una specie di gel nell’intestino, aiutando a rallentare la digestione. Questo ti farà sentire sazio più a lungo ed è una delle ragioni per cui cibi ricchi di fibre possono aiutare a tenere sotto controllo il proprio peso.

9. Sostengono la salute del cuore — I cetrioli contengono potassio, che è associato con livelli di pressione sanguigna bassi. Un livello equilibrato di potassio sia all’interno che all’esterno delle cellule è fondamentale perché il corpo funzioni bene.

Essendo un’elettrolita, il potassio è uno ione carico positivamente di cui si devono mantenere determinate concentrazioni (30 volte superiore all’interno dell cellule rispetto all’esterno) affinché riesca a svolgere le sue funzioni, tra le quali interagire con il sodio per contribuire al controllo della trasmissione degli impulsi nervosi, della contrazione del muscolo, e delle funzioni cardiache.

I cetrioli sono un’ottima base per le spremute di verdure

Ci sono diversi modi di gustare i cetrioli, per esempio, si possono mangiare fermentati o crudi nelle insalate con l’aceto. Se stai cercando qualcosa di diverso, i cetrioli sono la base ideale per preparare un succo di verdure, grazie ad un sapore leggero e l’alto contenuto di acqua. Infatti, un semplice succo di cetriolo e sedano è perfetto per i chi non ha mai provato spremute.

Di qui potrai passare alla lattuga rossa, alla lattuga romana, a spinaci, scarole, insieme a prezzemolo e coriandolo. I centrifugati sono davvero un modo ideale di mangiare i cetrioli.

Quando bevi una spremuta di verdura fresca, è come ricevere un’infusione endovena di vitamine, minerali ed enzimi, perché questi vanno dritti nel tuo organismo senza dover essere scomposti. Quando il corpo riceve i nutrienti di cui ha bisogno in abbondanza, e il pH ha il giusto equilibrio, ti sentirai energico e il tuo sistema immunitario riceverà una botta di vigore.

I cetrioli biologici valgono la pena

Se ti stai chiedendo cosa scegliere tra cetrioli biologici e cetrioli coltivati tradizionalmente, suggerirei quelli biologici. Stando all’Environmental Working Group (EWG), i cetrioli sono i dodicesimi tra gli alimenti più contaminati e i secondi a provocare rischio di tumori per il contenuto di pesticidi.

Inoltre, i cetrioli sono spesso rivestiti di cere dopo il raccolto, lo scopo è farlo resistere al lungo viaggio fino al mercato evitando che si rovinino, ma anche proteggerli da tutte le mani che li toccano. Anche se la cera dovrebbe essere commestibile e sicura, ne vengono usati tipi diversi:

  • Cera di carnauba (dall’albero di palma carnauba)
  • Cera d’api
  • Gommalacca (che deriva da uno scarafaggio)
  • Cere a base di petrolio

Le cere naturali sono di gran lunga preferibili alle cere a base di petrolio, che possono contenere residui di solventi o colofonia di legno. I prodotti incerati non vengono etichettati come tali, ma i prodotti biologici non conterranno rivestimenti in cera a base di petrolio (anche se possono comunque contenere cera di caranuba o gommalacca).

Un altro potenziale problema è che la cera sigilla i residui di pesticidi e i detriti all’interno del cetriolo, rendendo ancora più difficile lavarli via con l’acqua. Per raggiungere i contaminanti sepolti sotto la superficie di frutta e verdure, devi usare un detergente che rimuova anche la cera, come fa il mio detergente per frutta e verdura. Potresti anche pelare i cetrioli, ma la buccia è una delle parti più ricche di nutrienti (al secondo posto ci sono i semi), perciò sarebbe meglio se la mangiassi.

Per cos’altro sono buoni i cetrioli?

È stato scoperto che i flavonoidi e i tannini contenuti nei cetrioli possono eliminare i radicali liberi e anche alleviare i dolori. I cetrioli si possono poi utilizzare in molti modi tradizionali. Come il Journal of Young Pharmacists riporta: “tradizionalmente, questa pianta è usata contro i mal di testa; i semi sono rinfrescanti e diuretici, e il loro succo è usato come nutritivo e come emolliente nelle lozioni anti-acne”.

Essendo la quarta “verdura” più coltivata al mondo (tecnicamente il cetriolo è un frutto), i cetrioli sono disponibili in grande quantità, ma cerca di comprarli ad un mercato agricolo locale se puoi. Ancora meglio, i cetrioli sono molto facili da coltivare, se riuscissi ad avere accesso ad un cortile.

Prosperano in contenitori (assicurati che abbiano qualcosa su cui arrampicarsi) e se ne producono a sufficienza da un piccolo numero di piante, perciò potresti provare a coltivarli da solo.