Come una malattia terminale può cambiare la tua percezione del tempo

Cancro

La storia in breve -

  • Paul Kalanithi, neurochirurgo, scrittore, padre e marito, ha scritto diversi libri toccanti incentrati sulla vita dopo una diagnosi di cancro terminale, e su come essa alteri la tua concezione di identità e la tua percezione del tempo
  • Nonostante le tecnologie più moderne e i "progressi" della medicina, il cancro terminale continua a uccidere persone prima del loro tempo
  • Molti casi di cancro possono essere prevenuti prendendo il controllo sulla propria salute e conducendo uno stile di vita sano
Grandezza testo:

Del Dott. Mercola

Paul Kalanithi, venuto a mancare all'età di 37 anni nel Marzo del 2015, ha scritto diversi libri toccanti che descrivono la "bizzarra relatività" della vita dopo una diagnosi di cancro terminale, e come essa alteri la tua concezione di identità e la tua percezione del tempo. Lui scrisse:

"I tempi verbali si sono confusi. Qual era corretto? 'Sono un neurochirurgo', 'Ero un neurochirurgo', 'Sono stato un neurochirurgo e tornerò ad esserlo'? Graham Greene diceva che la vita si viveva nei primi 20 anni e il resto era solo un riflesso.

In che tempo stavo vivendo? Avevo oltrepassato il presente, come un personaggio bruciato di Greene, finendo nel trapassato prossimo? Il futuro sembrava vuoto e, da bocche altrui, irritante. Di recente ho celebrato la quindicesima riunione del college; non è stato carino rispondere ai saluti dei vecchi amici, 'Ci vediamo alla venticinquesima!' con 'probabilmente no!'".

Tra le tante domande, come quella su quanto tempo gli restasse (una domanda a cui nessuno, con certezza, poteva rispondere), Kalanithi ha parlato di sua figlia, neonata. Sapendo che probabilmente non l'avrebbe vista crescere, voleva che sapesse quanta gioia gli aveva dato nei suoi ultimi giorni, "una gioia che non avevo mai provato negli anni precedenti, una gioia che non te ne fa desiderare di più, ma ti riposa, ti soddisfa."

"I giorni sono lunghi, gli anni brevi"

La storia di Kalanithi ha fatto breccia nel cuore di molte persone. È il tipo di ispirazione che ti sorprende, che ti fa riflettere profondamente e che può cambiare il modo in cui stai vivendo la vita proprio adesso. Come diceva lui, "I giorni sono lunghi, ma gli anni sono brevi."

Alcuni di voi lettori potrebbero star lottando con la malattia cronica proprio ora. Potreste avere una persona cara malata, o potreste essere in salute ma sapete bene che la salute non è un dono da dare per scontato.

Nel caso di Kalanithi, i medici avevano trovato una precisa mutazione genetica legata al suo cancro. In molti altri casi, la causa è un mistero. Quello che sappiamo davvero è che ogni membrana cellulare nel corpo ha recettori che raccolgono diversi segnali ambientali, e questo meccanismo controlla la "lettura" dei geni all'interno delle cellule.

Le cellule possono scegliere di leggere o non leggere il prototipo genetico a seconda dei segnali ricevuti dall'ambiente. Perciò, anche se il tuo DNA ha "il cancro in programma" non significa automaticamente che sei destinato al cancro. Anzi. Quest'informazione genetica non deve mai esprimersi.

Il cancro è la seconda causa primaria di decessi negli USA

Sfortunatamente, nonostante le tecnologie più moderne e i "progressi" della medicina, il cancro terminale continua a uccidere persone prima del loro tempo. E l'attuale modello medico essenzialmente non è in grado di fornire una causa scatenante del cancro, né di determinare come curarlo in modo efficace.

Nel 2015, è stato stimato che negli USA ci sarebbero stati più di 1,6 milioni di nuovi casi di cancro diagnosticati e quasi 600.000 morti di cancro. In più, il rischio di contrarlo o morire di cancro lungo tutta la durata della vita è incredibilmente elevato.

Le cause di cancro sono molte: può derivare da alcuni batteri nella bocca, virus, sostanze chimiche ambientali, radiazioni e altro ancora. Nel 2010, i ricercatori hanno analizzato centinaia di mummie egiziane insieme alle prove letterarie dell'antica Grecia e studi medici su umani e resti animali che risalivano all'epoca dei dinosauri.

I tassi di incidenza del cancro sono destinati ad aumentare quasi del 60% nei prossimi 20 anni

Il World Cancer Report del 2014 istituito dall'Organizzazione mondiale della sanità (in inglese WHO) ha predetto un aumento dei tassi di cancro in tutto il mondo del 57% nei prossimi vent'anni.

Il rapporto descrive il pronostico come "un'imminente catastrofe umana", evidenziando che i paesi intorno al mondo devono riporre la loro attenzione sulla prevenzione, invece che solo sulle cure.

Oltre al bilancio delle vittime, la cura del cancro prevede anche dei costi finanziari. Secondo il rapporto, è stato stimato che il costo mondiale per i trattamenti del cancro nel 2010 ammontava a 1,16 trilioni di dollari. Ma, ancora una volta, il rapporto evidenzia che circa la metà dei tumori erano prevenibili e si sarebbero potuti evitare se "le attuali conoscenze mediche fossero state applicate". Questo include la promozione di uno stile di vita basato su strategie preventive come:

Dieta

Esercizio fisico

Smettere di fumare

Ridurre il consumo di alcol

Lo zucchero alimenta il cancro?

C'è un bel po' di verità che si cela dietro il vecchio detto secondo cui lo zucchero alimenta il cancro. Secondo uno studio, le donne più anziane che bevono molte bibite gassate o altre bevande zuccherate possono avere un rischio maggiore di cancro dell'endometrio, un tipo di cancro estrogeno-dipendente che colpisce il rivestimento dell'utero nella donna.

Una ricerca precedente ha anche dimostrato che il fruttosio alimentare può promuovere la crescita del cancro in molti modi diversi, tra cui con:

Un metabolismo cellulare alterato

L'aumento di specie reattive dell'ossigeno (radicali liberi)

Danni al DNA

Infiammazione

Nel 2010, i ricercatori hanno poi pubblicato delle scoperte che mostravano come il fruttosio venga subito usato dalle cellule cancerogene per incrementare la propria proliferazione. Le cellule tumorali non rispondevano allo stesso modo al glucosio. In quel caso, le cellule cancerogene usate provenivano dal cancro al pancreas, tipicamente riconosciuto come il tumore più mortale e la forma che uccide con più rapidità universalmente.

Hanno scoperto che le cellule tumorali si nutrono di zucchero (glucosio). Ad ogni modo, le cellule utilizzavano il fruttosio per la divisione cellulare, velocizzando la crescita e la diffusione del cancro. Questa differenza ha chiaramente conseguenze rilevanti, e dovrebbe essere presa in considerazione da chiunque stia per essere sottoposto al trattamento per il cancro o stia cercando di prevenirlo, in particolare evitando il consumo di bevande e alimenti trasformati che contengono fruttosio.

L'esercizio fisico è un altro elemento chiave

Sempre più prove continuano a dimostrare che l'esercizio può essere un fattore fondamentale per la prevenzione efficace e la cura del cancro. Gli studi hanno anche rilevato che può aiutare a trattenere il cancro dalla ricomparsa, perciò è una vera e propria tripla vincita. Eppure, non è una sorpresa che solo pochi oncologi dicono ai pazienti di svolgere esercizio oltre alle loro semplici attività quotidiane, e che molti pazienti sono riluttanti a farlo o ne discutono con i loro medici.

La ricerca dimostra addirittura che i pazienti con cancro al seno e al colon che si allenano regolarmente hanno la metà dell'incidenza di recidive rispetto a quelli che non fanno esercizio. La Macmillan Cancer Support sostiene anche che l'esercizio può aiutarti a mitigare alcuni degli effetti collaterali comuni dei trattamenti per il cancro, ad esempio:

Riduce la stanchezza e migliora i livelli energetici

Permette di gestire stress, ansia, cattivo umore o depressione

Migliora la salute delle ossa

Migliora la salute del cuore (alcuni farmaci chemioterapici o da radioterapia possono causare problemi cardiaci anni dopo)

Rafforza i muscoli, allevia il dolore e migliora l'ampiezza dei movimenti

Aiuta a mantenere un peso sano

Fa dormire meglio

Migliora l'appetito

Le mie 12 strategie preferite di prevenzione del cancro

1. Preparazione del cibo — Mangia almeno un terzo del tuo cibo crudo. Evita la frittura o la griglia; invece, bolli, sobbolli o cuoci al vapore i tuoi piatti. Valuta di aggiungere cibi integrali, erbe, spezie e integratori anti-cancro alla tua dieta, come broccoli, mirtilli e resveratrolo.

2. Carboidrati e zucchero — Riduci o elimina dalla tua alimentazione i cibi processati, zucchero/fruttosio e alimenti a base di cereali. Con ciò si intendono anche i cereali integrali e biologici non trasformati, perché tendono a scomporsi rapidamente e aumentare i tuoi livelli di insulina.

Le prove mostrano molto chiaramente che se vuoi evitare il cancro, o hai il cancro, DEVI assolutamente evitare ogni forma di zucchero, specialmente il fruttosio, che nutre le cellule cancerogene e promuove la loro crescita. Assicurati che il fruttosio totale che ingerisci resti intorno ai 25 grammi al giorno, compreso quello nella frutta.

3. Proteine e grassi — Prendi in considerazione di ridurre i livelli di proteine a un grammo per chilo di massa magra corporea. Sarebbe insolito per la maggior parte degli adulti aver bisogno di più di 100 grammi di proteine, e più probabilmente ne serve quasi la metà. Sostituisci le proteine in eccesso con grassi di alta qualità, come uova biologiche provenienti da galline al pascolo, carne di alta qualità di animali nutriti con erba, burro biologico pastorizzato, avocado e olio di cocco.

4. OGM — Evita i cibi geneticamente modificati, perché generalmente sono trattati con erbicidi come il Roundup (glifosato), e presumibilmente sono cancerogeni. Un team di ricerca francese che ha svolto uno studio estensivo sul Roundup ha determinato che è tossico per le cellule umane, e probabilmente cancerogeno. Scegli alimenti freschi, biologici, preferibilmente coltivati localmente.

5. Grassi omega-3 derivati da animali — Equilibra le porzioni di grassi omega-3 e omega-6 assumendo olio di krill di buona qualità e riducendo l'assunzione di oli vegetali processati.

6. Probiotici naturali — Ottimizzare la flora intestinale ridurrà l'infiammazione e rafforzerà la risposta immunitaria. I ricercatori hanno scoperto un meccanismo microbo-dipendente attraverso cui alcuni tumori lanciano una risposta infiammatoria che alimenta il loro sviluppo e la loro crescita. Secondo loro, inibire le citochine infiammatorie potrebbe rallentare lo sviluppo del cancro e migliorare il risultato della chemioterapia.

Aggiungere alla dieta quotidiana cibi fermentati naturalmente, tra cui verdure fermentate, è un modo facile per prevenire il cancro o velocizzare la guarigione. Puoi anche aggiungere in qualsiasi momento un integratore di probiotici d'alta qualità, ma i cibi fermentati sono la scelta migliore.

7. Esercizio fisico — L'esercizio abbassa i livelli di insulina, il che genera un ambiente povero di zuccheri che scoraggia la crescita e la diffusione delle cellule tumorali. In uno studio di tre mesi è stato rilevato che l'esercizio rendeva le cellule immunitarie più potenti nella lotta contro il tumore nei sopravvissuti, che avevano appena terminato la chemioterapia.

I ricercatori e le organizzazioni per il cancro raccomandano sempre di più di rendere un regolare esercizio fisico una priorità al fine di ridurre il rischio di cancro e migliorare gli esiti della malattia. La ricerca ha inoltre riscontrato prove indicanti che l'esercizio può favorire l'innesco dell'apoptosi (la morte cellulare programmata) nelle cellule tumorali.

Teoricamente, un programma di esercizio fisico dovrebbe basarsi su equilibrio, regolarità, forza, flessibilità, e un allenamento a intervalli ad alta intensità (high intensity interval training, o HIIT). Se hai bisogno di aiuto per cominciare, dai un'occhiata al mio Programma Peak Fitness.

8. Vitamina D — La scienza dimostra che puoi ridurre il rischio di cancro più della metà semplicemente ottimizzando i livelli di vitamina D con un'adeguata esposizione al sole. I tuoi livelli sierici dovrebbero mantenersi stabili tra i 50-70 ng/ml, ma se sei in cura per il cancro, dovrebbero avvicinarsi agli 80-90 ng/ml per darti benefici ottimali.

Se assumi vitamina D per via orale e hai il cancro, sarebbe molto prudente monitorare i livelli di vitamina D regolarmente, così come integrare la vitamina K2, dal momento che è proprio quella che provoca i sintomi dell'intossicazione da vitamina D.

9. Dormire — Assicurati di godere di abbastanza sonno ristoratore. Una scarsa qualità del sonno può interferire con la produzione di melatonina, associata a un aumento del rischio di resistenza all'insulina e dell'aumento di peso, entrambe le quali contribuiscono a rafforzare il tumore.

10. Esposizione a tossine — Riduci l'esposizione a tossine ambientali come pesticidi, erbicidi, sostanze chimiche per la pulizia della casa, sostanze chimiche della plastica, deodoranti per ambienti sintetici e cosmetici tossici.

11. Esposizione a radiazioni — Limita l'esposizione a/e proteggiti dalle radiazioni emanate da telefoni cellulari, antenne, stazioni radio base e ripetitori Wi-Fi, e minimizza anche l'esposizione a scansioni mediche basate su radiazioni, tra cui le radiografie dentali, le tomografie computerizzate e le mammografie.

12. Gestione dello stress — Lo stress, qualunque sia la causa, è uno dei principali fattori della malattia. È probabile che lo stress e le questioni emotive non risolte siano più importanti dei problemi fisici, perciò assicurati di affrontarle. Il mio metodo preferito per risolvere le sfide emotive è la tecnica del rilascio emozionale (EFT).

Ti è stato diagnosticato il cancro?

Una delle strategie più importanti che conosco per curare il cancro è lasciar morire di fame le sue cellule, privandole delle fonti di cibo. Diversamente dalle cellule corporee, che possono bruciare carboidrati o grassi per vivere, le cellule tumorali hanno perso questa flessibilità metabolica. Più di 75 anni fa, a dire il vero, Il Dott. Otto Warburg ha vinto un premio Nobel per averlo scoperto, ma in realtà praticamente nessun oncologo utilizza quest'informazione.