Cosa succede quando bevi una bibita?

Bibite

La storia in breve -

  • Coca-Cola si sta impegnando in un intenso lavoro di marketing per "reintrodurre" la Coca-Cola, utilizzando porzioni più piccole e lattine personalizzate per rivolgersi agli adolescenti
  • Ratti adolescenti alimentati con bevande zuccherate per un mese presentavano problemi di memoria e difficoltà di apprendimento
Grandezza testo:

Del Dott. Mercola

L'industria delle bibite gassate è un mercato da 75 miliardi di dollari, un settore che ha raggiunto i suoi massimi livelli negli Stati Uniti negli anni '80 e '90, quando la Coca-Cola ha iniziato a promuovere bevande di dimensioni più grandi e ad "espandersi".

Le dimensioni delle bevande alla spina sono cresciute più del 50% entro il 1990, e nel 1994 è stata introdotta la bottiglia di plastica da 590 ml.

Con l'aumento del consumo di bibite, i tassi di obesità e diabete aumentavano sempre più, e mentre l'industria delle bibite continua a negare ancora oggi qualsiasi collegamento, la ricerca suggerisce il contrario.

La mentalità "extralarge" sembra essersi ritorta contro Coca-Cola e altre aziende produttrici di bevande, perché, man mano che i rischi per la salute diventavano evidenti, le vendite hanno visto una costante spirale discendente.

Come riportato da Businessweek:

"Per decenni le aziende che producono bibite hanno visto un aumento dei consumi. Negli anni '70, una persona media ha raddoppiato la quantità di bibite gassate che beveva; giunti agli anni '80 il loro consumo aveva superato quello dell'acqua del rubinetto. Nel 1998, ogni anno la popolazione consumava circa 211 litri di questa roba, pari a 1,3 barili di petrolio per ogni persona nel paese.

E poi non avevamo più così tanta sete di bibite, e c'erano così tante nuove opzioni di bevande che potevamo facilmente sostituirle con qualcos'altro. Le vendite delle bibite analcoliche si sono stabilizzate per qualche anno...

Nel 2005 hanno iniziato a calare, e da allora non hanno smesso. Le persone ora bevono circa 450 lattine di bevande gassate all'anno, secondo il Beverage Digest, all'incirca la stessa quantità che si consumava nel 1986".

La Coca-Cola sta cercando di 'reintrodurre' la Coca-Cola nel mercato degli adolescenti, e in dimensioni ridotte

Parte del piano della Coca-Cola per riportare in auge le bibite è, ironia della sorte, l'introduzione di dimensioni più piccole, una strategia che credono possa riposizionare la Coca-Cola in modo che "la gente smetta di sentirsi in colpa quando la beve, o, idealmente, inizi a vedere una Coca-Cola come una piccola delizia".

Le mini lattine da 220 ml o le bottiglie di vetro da 230 ml stanno vendendo bene. Intanto, questa estate la Coca-Cola ha deciso di puntare direttamente al mercato degli adolescenti. Gli adolescenti, anche se ben noti per il loro consumo di bibite gassate, stanno cambiando gusti e passando agli energy drink.

Quindi la Coca-Cola ha stampato i 250 nomi più comuni tra gli adolescenti sulle bottiglie, sperando di allettare i ragazzi con delle bibite "personalizzate". Ha funzionato. Le vendite sono aumentate dell'1% in Nord America negli ultimi tre mesi.

Il consulente in materia di bevande Mike Weinstein, ex presidente di A&W Brands, ha anche fatto notare che si reca direttamente nelle scuole superiori per scoprire se gli adolescenti sono in grado di identificare gli slogan delle aziende produttrici di bibite.

Eppure, sembra esserci una crescente consapevolezza all'interno del settore che, le attitudini alimentari cambiano, e più persone cercano di ridurre gli zuccheri aggiunti e le bevande zuccherate nelle loro diete, è necessario fare appello al lato "più sano" della loro immagine.

E, anche qui, la Coca-Cola è stata veloce a rispondere. Ha investito molto nelle piccole aziende di bevande "salutari" come Fuze tea, l'acqua di cocco Zico e l'Honest Tea biologico. Coca-Cola possiede anche Odwalla e Simply Orange juices, Glaceau Vitaminwater e le bibite sportive Core Power.

L'unico obiettivo di una mirabolante campagna pubblicitaria da 1 miliardo di dollari è di portare la sua divisione "frizzante" alla gloria del passato. E, in caso tu te lo stia chiedendo... la sua apparentemente divisione "frizzante" salutare comprende le bibite, il che è del tutto delirante.

Come reagisce il tuo cervello alle bibite

Quando bevi bibite gassate, si verificano diversi cambiamenti nel corpo, anche nel tuo cervello.

Un nuovo studio sugli animali, presentato all'Assemblea annuale della Società per lo studio del comportamento ingestivo, ha rilevato che le bevande zuccherate possono essere particolarmente dannose per il cervello degli adolescenti, una delle principali fasce d'età che le aziende di bibite gassate cerca di "corteggiare".

Sia i topi adulti che quelli adolescenti sono stati alimentati con bevande zuccherate per un mese. Poi sono stati sottoposti a test sulla funzione cognitiva e sulla memoria.

Mentre i topi adulti hanno avuto buoni risultati, gli adolescenti a cui erano state somministrate bevande zuccherate avevano problemi sia di memoria che di apprendimento. In futuro i ricercatori hanno in programma di studiare se le bibite gassate portano all'infiammazione dell'ippocampo del cervello, la cui funzione è cruciale per la memoria e l'apprendimento.

Cosa succede quando bevi una bibita?

Le bibite gassate sono nella mia lista dei cibi e bevande peggiori che si possano consumare. Una volta ingerite, il pancreas inizia rapidamente a creare insulina in risposta allo zucchero.

Una bottiglia di cola da 500 ml contiene l'equivalente di 16 cucchiaini di zucchero sotto forma di sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio (HFCS). Oltre a contribuire alla resistenza all'insulina, l'aumento della glicemia è piuttosto rapido. Ecco un resoconto dettagliato di cosa succede al tuo corpo quando bevi una lattina di bibita gassata:

  • Entro 20 minuti, lo zucchero nel sangue sale vertiginosamente, e il fegato risponde al picco insulinico trasformando una grande quantità di zucchero in grasso.
  • Entro 40 minuti, l'assunzione di caffeina è completa; le tue pupille si dilatano, la pressione sanguigna si alza e il fegato riversa più zucchero nel sangue.
  • Dopo circa 45 minuti, il corpo aumenta la produzione di dopamina, che stimola i centri di piacere del cervello, una risposta fisica identica a quella dell'eroina, per intenderci.
  • Dopo 60 minuti, inizi ad avere un abbassamento degli zuccheri nel sangue, e potresti essere tentato di prendere un altro snack dolce o una bibita.

Come ho discusso in numerose occasioni, i livelli di insulina cronicamente elevati (che avresti sicuramente se bevessi regolarmente bevande gassate) e la conseguente resistenza all'insulina è un fattore fondamentale per la maggior parte delle malattie croniche, dal diabete al cancro.

Oggi, sebbene molte persone stiano riducendo le bevande zuccherate, le bibite gassate rimangono un pilastro della dieta per molti. Insieme alle bevande energetiche e alle bevande sportive, le bibite sono tra le prime 10 fonti di calorie nella dieta (numero quattro della lista, per l'esattezza), e, nel 2012, Gallup ha scoperto che il 48% delle persone ha detto di bere almeno un bicchiere di bibita al giorno, con un impatto negativo dimostrato sulla loro salute.

Alcuni consigli per Coca-Cola? Preparatevi a una class action

Qualche consiglio per la Coca-Cola, pianificate il vostro budget in modo da includere una causa collettiva simile a quelle intentate contro l'industria del tabacco. Ad oggi questi prodotti sono ben correlati all'epidemia di obesità e malattie croniche.

La Coca-Cola ammette di rivolgersi al mercato degli adolescenti (e prima ancora si rivolgeva ai bambini tramite gli annunci nelle scuole e il product placement). Ora, stanno cercando di dare una nuova immagine alla Coca-Cola, facendola passare per salutare.

La loro nuova "Coca Life", una bibita con poche calorie e pochi zuccheri in una lattina verde, proprio così, è stata pensata per "mettere a tacere i critici", e contiene meno zucchero e niente aspartame. Tuttavia, questa bibita con un restyle ecologico è praticamente l'equivalente di una sigaretta con un filtro.

Poi c'è il lato ancora più insidioso di Coca-Cola. Il giornalista investigativo Michael Blanding ha rivelato nel suo libro The Coke Machine — The Dirty Truth Behind the World's Favorite Soft Drink, che gli impianti di imbottigliamento della Coca-Cola in India hanno drasticamente abbassato la fornitura d'acqua, prosciugando i pozzi per gli abitanti dei villaggi locali e scaricando cadmio, cromo e altre sostanze cancerogene nell'ambiente locale.

Accuse simile sono state fatte anche in Messico. In molti paesi del terzo mondo, già non hanno accesso ad acqua potabile, e questo rende le bibite l'unica scelta per bere bevande non contaminate. Con l'aumento della richiesta di bibite, le fabbriche di imbottigliamento sono aumentate, tassando ancora di più le poche risorse acquifere rimaste, in un pericoloso e terribile circolo vizioso.

Unisciti al crescente numero di persone che dice "No" alle bibite gassate

Per liberarti dalla tua abitudine alle bibite, assicurati prima di tutto di affrontare la componente emotiva delle tue voglie di cibo usando strumenti come la Tecnica della libertà emotiva (EFT).

Più di qualsiasi altro metodo tradizionale o alternativo che ho usato o studiato, la EFT funziona per superare le voglie di cibo e ti aiuta a raggiungere il successo nella dieta. Assicurati di dare un'occhiata a Turbo Tapping in particolare, che è uno strumento estremamente efficace e semplice per eliminare in breve tempo la tua dipendenza da bibite.

Se senti ancora la voglia di bibite dopo aver provato la EFT o il Turbo Tapping, potresti avere bisogno di fare delle modifiche alla tua dieta. Ricorda, nulla batte l'acqua pura quando si tratta di rispondere alle necessità del tuo corpo.

Se proprio hai voglia di una bevanda gassata, prova l'acqua minerale frizzante con uno spruzzo di lime o succo di limone, oppure addolcita con stevia o Luo Han, entrambi dolcificanti naturali sicuri.

Ricorda, se hai problemi di pressione alta, colesterolo alto, diabete o peso extra, allora hai problemi di sensibilità all'insulina e probabilmente trarresti beneficio dall'evitare TUTTI i dolcificanti.

Le bevande zuccherate, che siano dolcificate con zucchero, HFCS, fruttosio naturale, o dolcificanti artificiali come l'aspartame, sono tra i peggiori colpevoli nella lotta contro l'obesità e i problemi di salute correlati, tra cui il diabete e le malattie del cuore e del fegato, solo per citarne alcuni.

L'eliminazione di TUTTI questi tipi di bevande può contribuire a ridurre il rischio di problemi di salute cronici e di aumento di peso, per non parlare dell'esposizione ad additivi potenzialmente cancerogeni come il colorante caramello e l'aspartame.